Rangnick bacchetta Cristiano Ronaldo: la critica a CR7

Il tecnico dello United, Ralf Rangnick, ha parlato in conferenza alla vigilia della gara col Southampton: critica a Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo e il ritorno al Manchester United, non proprio una storia bella da raccontare fino a questo momento. Il fuoriclasse portoghese si aspettava tutt’altro cammino con i ‘Red Devils’, ma le cose non sono andate come sperava. In Premier League, infatti, la situazione non è delle più felici. Il club inglese si trova attualmente al sesto posto in classifica con un bottino di 39 punti. L’obiettivo principale è chiaramente piazzarsi quarti, superando il West Ham a quota 40 e con una partita in più.

Ronaldo Rangnick United
Ronaldo © LaPresse

Niente di impossibile, ma i risultati continua ad essere altalenanti. Se non si darà una svolta acquisendo in fretta una maggiore costanza, la qualificazione alla prossima Champions League potrebbe essere davvero a rischio. Il campione di Madeira, che ha compiuto 37 anni 6 giorni fa, non può che mostrarsi insoddisfatto di fronte a uno scenario simile e il suo stato d’animo si riflette anche sul campo. Non a caso ha segnato solo (quantomeno per gli standard a cui ci ha abituato da sempre) 8 gol in 19 partite di campionato ed è a secco da 5 sfide consecutive, cosa che non si verificava addirittura dal lontano 2013.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato, Milan scatenato: un altro centrocampista dopo Renato Sanches

Rangnick su Ronaldo: “Non ha fatto abbastanza, deve segnare di più”

United Ronaldo Rangnick
Cristiano Ronaldo © LaPresse

LEGGI ANCHE>>> Assalto dalla Premier a Lautaro | Offerta e risposta dell’Inter

Un dato che non fa piacere, ovviamente, a Ralf Rangnick, il quale tra l’altro non gode di un rapporto idilliaco con l’ex Juventus. E il mister tedesco non ha esitato a farlo notare oggi in conferenza stampa, alla vigilia della gara col Southampton: “Ronaldo dovrebbe segnare di più. La squadra sta creando occasioni, ma lui non ha fatto abbastanza gol. Non è un solo un suo problema, accade anche agli altri calciatori. Bisogna segnare di più, così non è sufficiente. Guardando tutte le situazioni di pericolo che abbiamo creato, penso che dovremo migliorare da qui alle prossime settimane“.