Rivoluzione Milan: tre addii e due talenti in arrivo per Pioli

Due colpi per il Milan dal Sassuolo: tre addii per due arrivi dalla formazione neroverde

Il Milan potrebbe pescare due giovani dal Sassuolo, dando continuità al progetto di linea verde: due arrivi legati a tre addii, tra cessioni e mancati riscatti.

Milan Icardi Siviglia
Pioli e Maldini ©LaPresse

Un doppio colpo da Sassuolo per il Milan: i rossoneri sono sulle tracce di Maxime Lopez Hamed Junior Traoré, trai giovani più interessanti della formazione allenata da Alessio Dionisi. Due importanti arrivi in prospettiva, ma legati ad alcune partenze annunciate per la prossima estate.

LEGGI ANCHE >> Il gioiello è furioso, rottura con Ancelotti: la Juventus sogna il colpaccio

Centrocampista francese classe ’97, Maxime Lopez è arrivato la scorsa estate al Sassuolo che lo ha prelevato dal Marsiglia per la cifra di due milioni di euro. Quest’anno ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per giocare in Serie A, con ampi margini di crescita. Ha tre anni in meno Hamed Junior Traoré, trequartista ivoriano arrivato dall’Empoli per la cifra di 16 milioni di euro. Un investimento importante del club neroverde, che potrebbe comunque lasciare partire il classe 2000 la prossima estate.

Stefano Pioli ©LaPresse

Calciomercato Milan, due arrivi dal Sassuolo

Due arrivi per il Milan, legati a tre addii. Il primo può essere quello di Alexis Saelemaekers: l’esterno offensivo belga ha molti estimatori, e potrebbe essere ceduto per circa 20 milioni di euro, una cifra quadrupla rispetto a quella investita dal club rossonero per prelevarlo dall’Anderlecht.

LEGGI ANCHE >> Top player con lo sconto, il Milan ‘rischia’: ritorno più lontano

Gli altri addii possono essere quelli di Brahim Dìaz Franck Kessie: il primo potrebbe non essere riscattato e – dunque – tornare al Real Madrid. È in scadenza, invece, il contratto che lega Kessie al Milan: i soldi risparmiati per il suo ingaggio potrebbero tornare utili nell’operazione per portare Lopez e Traoré alla corte di Stefano Pioli.