Calciomercato Juve, ribaltone de Ligt: “Qualcosa è cambiato”

Matthijs de Ligt, uno dei pezzi pregiati della rosa bianconera. ha parlato dl suo futuro ai microfoni del portale olandese ‘Rondo’

Protagonista, nelle utlime gare, di prestazioni finalmente all’altezza delle grandi aspettative riposte sul suo conto, Matthijs de Ligt sembra aver trovato la sua dimensione nella Juventus. La fase difensiva impostata da mister Allegri, ed il generale ottimo momento della squadra – arrivata a 13 risultati utili consecutivi – sta esaltando le caratteristiche dell’olandese.

Matthijs de Ligt esulta
Matthijs de Ligt © LaPresse

Contestualmente, anche lo stesso soddisfazione dell’ex gioiello dell’Ajax si è fatto via via più concreta. E palpabile. Le voci sull’interessamento dei top club europei per il suo cartellino sono tutt’altro che cessate, ma la novità è che il giocatore – che ha rilasciato un’intervista al portale olandese ‘Rondo’ si sta divertendo nella sua nuova veste di leader della retroguardia juventina.

Calciomercato Juve, de Ligt smentisce Raiola: “Penso solo a fare bene qui”

Matthijs de Ligt in azione
Matthijs de Ligt © LaPresse

“La differenza più grande rispetto all’Eredivisie è che lì hai partite che puoi giocare quasi al settanta per cento, in Italia no. Qui esci quasi tutte le partite con un infortunio perchè hai dato tutto. Ho notato che il club mi sta dando sempre più responsabilità. Ora Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci sono spesso infortunati, quindi c’è ancora più pressione sulle mie spalle, il che mi piace. Mi sto accorgendo che posso assumere un ruolo importante. Siamo ancora in competizione su tre fronti e mi sto davvero divertendo qui. Ho notato che imparo di più ogni settimana e questo mi piace molto. Quello che ha detto Raiola è già successo tre mesi fa: tante cose possono cambiare in questo tempo… Al momento mi sto concentrando completamente su questa stagione”, ha esordito il centrale difensivo.

Sulla situazione di classifica della Juve e sul possibile sogno Scudetto, de Ligt ha risposto così: “Credo che a un certo punto ci trovavamo a 14 punti dietro la capolista, poi ci siamo già un po’ tolti dalla testa lo Scudetto. Abbiamo detto che dovevamo concentrarci per arrivare alla Champions League e da allora guardiamo partita per partita. Inter, Milan e Napoli hanno continuato a perdere punti e ora siamo dietro di soli 7 punti. Dovrebbe accadere un miracolo, ma la situazione sembra già meglio rispetto a 13 partite fa”, ha concluso.