Aumentano i papabili alla panchina: occhio a Gattuso

È iniziato il toto-panchina per il futuro dell’Italia: tra i candidati alla successione di Roberto Mancini spunta il nome di Gennaro Gattuso

Già in dubbio se proseguire o meno la sua avventuta sulla panchina dell’Italia dopo il Mondiale in Qatar – quando ancora si pensava legittimamente ad una qualificazione alla kermesse – il futuro di Roberto Mancini è come non mai denso di nubi dopo la clamorosa eliminazione dal Playoff. Sebbene non siano ancora arrivati nè esonero nè dimissioni, l’ex allenatore del Manchester City potrebbe lasciare la panchina azzurra nel giro di pochi giorni. Al massimo settimane.

Roberto Mancini sconsolato
Roberto Mancini © LaPresse

L’umiliazione subìta nel vedersi estromettere dal Mondiale dall’agguerrita ma tutto sommato modesta Macedonia del Nord ha rappresentato una delle delusioni più cocenti di tutta la storia della Nazionale. Inevitabile la tentazione – da parte della Federazione – di azzerare tutto. Ricominciando con un nuovo profilo. Il nome della prima ora è stato quello di Fabio Cannavaro, che verrebbe affiancato dal guru Marcello Lippi, già suo tecnico all’epoca del trionfo mondiale del 2006. Nelle ultime ore si è fatto anche il nome di Maurizio Sarri, già in dubbio se proseguire o meno la sua avventura in biancoceleste. Ma c’è un altro profilo, per molti versi affascinante, che si sta affacciando tra i candidati papabili alla successione del ‘Mancio’.

Futuro Italia, prende piede l’idea Gattuso

Gennaro Gattuso Calciomercato
Gennaro Gattuso © LaPresse

Caldeggiato da diversi personaggi a vario titolo influenti nelle decisioni tecniche intorno alla figura del ct, Gennaro Gattuso potrebbe essere il nome giusto per il futuro della panchina azzurra. Reduce dal divorzio-lampo con la Fiorentina consumatosi la scorsa estate dopo nemmeno un mese dalla firma, ‘Ringhio’ è stato fermo durante tutta la stagione in corso in attesa dell’occasione giusta. Che nn è arrivata. Forse nemmeno lui si sarebbe aspettato che a liberarsi potesse essere la casella dell’Italia, ma tant’è. La possibilità c’è e l’ex pupillo dello steso Lippi starebbe avanzando nella classifica di gradimento.

Billy Costacurta, suo ex compagno al Milan e già decisivo nell’indicare il nome di Mancini all’epoca del commissariamento della FIGC, potrebbe essere il suo più grande sponsor. L’ex difensore rossonero, già decisivo per l’approdo di Mancini sulla panchina azzurra ai tempi del commissariamento della Federcalcio, può fare infatti fare il nome di Gattuso come uomo ideale per l’ennesimo tentativo di rinascita del gruppo azzurro. La vittoria dell’Europeo è stata spazzata via dalla mancata qualificazione a Qatar 2022. Ora c’è da costruire un progetto per non fallire ancora una volta l’appuntamento col Mondiale.