Assalto dalla Premier, il Milan ci pensa: un pupillo sul piatto

In casa Milan si fanno i conti con un’offerta che potrebbe sconvolgere il reparto d’attacco: in cambio però arriverebbe un pupillo di Maldini

La sterilità offensiva mostrata dal Milan nelle ultime giornate – lungi dall’essere imputata ai sooli attaccanti in senso stretto – è uno dei problemi che affliggono lo staff tecnico rossonero. Per non vanificare quanto di buono si sia costruito a partire dalla metà campo difensiva, la prossima estate il club meneghino deve correre ai ripari per aumentare la produzione e la pericolosità in zona gol.

Stefano Pioli e Rafael Leao abbraccio
Stefano Pioli e Rafael Leao © LaPresse

Nelle ultime apparizioni Rafael Leao non ha certo incantato: il giocatore che fino a due-tre settimane fa spaccava le partite con le sue accelerazioni e con i suoi gol, sembra aver smarrito la via maestra. Pioli lo ritiene ancora-  e ci mancherebbe – un punto fermo del Milan del futuro, ma i tentennamenti del lusitano sul rinnovo potrebbero aprire degli scenari clamorosi. Un ricco club di Premier League è disposto a mettere sul piatto circa 40 milioni più un suo giocatpre pur di chiuedere l’affare. Maldini e Massara ci pensano, ben comsapevoli che il Milan cadrebbe comunque ‘in piedi’, come si suol dire. Si dà infatti il caso che il profilo proposto sia già un pallino della dirigenza meneghina.

Chelsea all’assalto di Rafael Leao: proposto Ziyech più 40 milioni

Hakim Ziyech Calciomercato
Hakim Ziyech © LaPresse

La società offerente è il Chelsea, l’oggetto del desiderio è Rafael Leao, la contropartita proposta è Hakim Ziyech: il triangolo si è così composto. I Blues hanno annusato odore di mancato rinnovo tra l’ex Lille e il Milan, e sono disposti a fiondarsi sul giocatore con una proposta che certamente non lascerebbe indifferente la dirigenza rossonera. Vero è che Leao sembra al top – anzi, probabilmente ha ancora margini di miglioramento – e che potrebbe rappresentare uno dei pilastri nelle stagioni a venire. Ma è altrettanto vero che 40 milioni cash non sono pochi.

Soprattutto appare chiara la politica dei rinnovi del club di Via Aldo Rossi: c’è poco margine per trattare. O si prende quel che la società offre, o si va via. Discorso valido per Calhanoglu e Donnarumma ieri, per Kessié e Romagnoli oggi. Per concludere, non è affatto da trascurare la bontà del giocatore offerto nell’affare: Ziyech è ormai un pallino del Milan da almeno due stagioni. Stefano Pioli avrebbe di che consolarsi con il tesoretto proveniente da Londra e con il marocchino a disposizione in rosa…