Asse Marotta-Simeone, il tecnico ci prova: scambio alla pari

All’orizzonte spunta un possibile affare tra Inter e Atletico Madrid: Simeone avrebbe puntato un nerazzurro. Idea scambio alla pari

Da tempo oggetto di possibili intrecci di mercato finora mai concretizzati – il possibile passaggio di Lautaro Martinez in maglia rojiblanca ne è un esempio – Inter e Atletico Madrid continuano ad apprezzare reciprocamente i giocatori della controparte. Per la verità è soprattutto Diego Simeone che periodicamente mostra interesse per qualche gioiello nerazzurro: all’orizzonte, stavolta, potrebbe esserci uno scambio alla pari che avrebbe del clamoroso.

Diego Simeone Calciomercato
Diego Simeone © LaPresse

Il ‘Cholo’ è consapevole da tempo dell’apprezzamento mostrato dalla dirigenza nerazzurra per un profilo già seguito all’epoca di Conte e relativamente fresco – parliamo della scorsa estate – di trasferimento a Madrid. Marotta non ha mai smesso di pensare al centrocampista, che ha un po’ deluso le aspettative nel suo primo anno al Wanda. Considerando che Simeone avrebbe puntato un giocatore già titolare con Simone Inzaghi, ecco che il pallino del dirigente meneghino potrebbe essere usato come pedina di scambio per arrivare all’oggetto del desiderio dell’argentino.

Simeone ci prova: idea scambio alla pari De Paul-Dumfries

Rodrigo de Paul Calciomercato
Rodrigo de Paul © LaPresse

L’idea è semplice: offrire il cartellino di Rodrigo De Paul in cambio di quello di Denzel Dumfries. La valutzione dei due giocatori è sostanzialmente la stessa: 35 milioni. I nerazzurri, che stanno pensando seriamente al doloroso sacrificio di Alessandro Bastoni, devono (quasi) necessariamente  cedere qualcuno se vogliono fare mercato. L’operazione, ancora allo stato embrionale, andrebbe a colmare una lacuna nel reparto di centrocampo: l’innesto dell’ex Udinese risolverebbe molte grane al tecnico Inzaghi.

Il centrocampista argentino è un assoluto pallino dell’ad Marotta. Il quale ha provato a più riprese a portarlo a Milano nel corso della sua gestione da dirigente nerazzurro. Certo, la possibile partenza di Dumfries lascerebbe un ‘buco’ sulla corsia di destra, ma le possibilità di adattare qualche big – lo stesso Perisic se resta, ad esempio, oppure Gosens – non mancano.