Ancelotti lo vuole, pronta una maxi offerta: Juve beffata

Perso definitivamente Kylian Mbappé, il Real di Carlo Ancelotti avrebbe puntato un altro big già seguito dalla Juventus

Con l’umore diviso tra la delusione per il mancato arrivo di Kylian Mbappé e l’eccitazione per la finale di Champions del 28 maggio, il Real Madrid vive un momento contraddittorio. Il grande colpo, quello che avrebbe messo le Merengues in condizione di poter dominare in Spagna ed in Europa nei prossimi anni, è saltato. Tutte le energie  – e anche il budget già programmato per il fuoriclasse francese – dovranno ora essere indirizzate verso altri prestigiosi obiettivi.

Carlo Ancelotti applaude
Carlo Ancelotti © LaPresse

Forte di una fiducia illimitata incassata dal presidente Florentino Perez a suon di successi – la gioia più grande potrebbe arrivare a Parigi sabato prossimo – Carlo Ancelotti ha stilato una lista di nomi dai quali far uscire uno o più colpi da mettere a segno nella prossima estate. Da Rafael Leao a Darwin Núñez passando per Mohamed Salah ed Harry Kane, la dirigenza merengue è intenzionata ad accontentare il tecncio italiano. Che nelle ultime ore, assicura il portale iberico Fichajes.net, avrebbe fatto anche un altro nome. Già finito sul taccuino della Juventus.

Gnabry nel mirino del Real Madrid: Juve nei guai

Serge Gnabry Calciomercato
Serge Gnabry © LaPresse

Con 17 gol e 10 assist in 45 partite stagionali disputate con la maglia del Bayern Monaco, Serge Gnabry ha dimostrato ancora una volta il suo valore. Il contratto del tedesco, in scadenza nel 2023, non verrà rinnovato: decisione, pare, dello stesso giocatore, desideroso di cambiare aria forse anche a causa del sempre più probabile addio di bomber Lewandowski. L’elevato valore di mercato – almeno 70 milioni – non aveva spaventato la Juve, forte di un approccio con l’entourage del calciator risalente a diverse settimane. Più preoccupamte, invece, l’avvenuto inserimento proprio del Real Madrid. Che ha soldi da spendere pur di rifarsi del mancato colpo Mbappé.

La possibilità di giocare nel club più titolato della storia – che non avrebbe problemi nemmeno a battagliare con chiunque sull’ingaggio dell’attaccante – certamente stuzzica la fantasia dell’attaccante. Contestualmente, tutto questo suona come un grande campanello d’allarme per i programmi bianconeri. La prospettiva di un’asta internazionale con Real Madrid, Barcellona, Manchester United e Tottenham – gli altri club che si sarebbero fatti avanti col giocatore negli ultimi giorni – spegne quasi sul nascere le velleità juventine.