Guardiola lo ‘scarica’: ora la Juventus può prenderlo

Il giocatore non è più indispensabile nelle idee tattiche di Guardiola: la Juve può provare il grande colpo anticipando tutti

Presentato ufficialmente nella giornata di lunedì, Erling Haaland ha subito fatto capire le sue intenzioni da nuovo giocatore del Manchester City. Il femomeno norvegese è approdato alla corte di Pep Guardiola, che a questo punto deve fare i conti con i possibili esuberi sul fronte d’attacco.

Pep Guardiola rammaricato
Pep Guardiola © LaPresse

Pur avendo schierato, negli utimi mesi, sempre un centravanti di ruolo (Gabriel Jesus), il tecnico non disdegna di tanto in tanto utilizzare qualche trequartista in posizione centrale. Il famigerato ‘falso nueve’. Così facendo, la concorrena davanti rischia di essere insostenibile proprio per il brasiliano, che pure era ormai diventato titolare agli ordini del tecnico catalano. Se restiamo ai soli giocatori di un certo livello di cui Guardiola può disporre in attacco, elenchiamo gente come Sterling, Mahrez, Foden, Grealish, Gundogan. Ed ovviamente il colosso scandinavo e il suddetto Gabriel Jesus. Forse è arrivato il momento, per il verdeoro, di trovarsi una nuova sistemazione. Lo stesso allenatore catalano avrebbe dato il via lbera alla sua cessione.

Via dal City, la Juve sogna: affare Gabriel Jesus

Pep Guardiola e Gabriel Jesus parlano
Pep Guardiola e Gabriel Jesus © LaPresse

Sul brasiliano si era già manifestato, mesi fa, l’interesse della Juve. I tempi però non erano propizi, coi Citizens che avevano mostrato reticenza nell’intavolare una trattativa. Ora che Haaland si è seduto sul trono, il sudamericano non è più una priorità. Se n’è accorto anche Antonio Conte, che sogna un tridente da urlo con Harry Kane – casualmente l’alternativa ad Haaland se il norvegese avesse preso strade diverse da quella di Manchester – e Heung-Min Son. La concorrenza, per Federico Cherubini, non manca. Ma l’affare sembra possibile.

La dirigenza del City infatti non sarebbe troppo propensa a rafforzare quella che l’anno prossimo potrebbe essere una rivale diretta per il titolo. L’ingaggio del centravanti (5,5 milioni netti annui) non è certo basso, ma nemmeno irraggiungibile per le finanze bianconere. L’assalto sta per partire, la Juve vuole portare Gabriel Jesus a Torino.