Allegri incassa una ‘nuova’ stoccata: “Basta non contraddirlo mai”

Dopo il secondo pareggio consecutivo in campionato, il tecnico bianconero è finito di nuova sulla graticola della critica

Giusto un anno fa, il 28 agosto del 2021, la Juve di Max Allegri, alla seconda giornata di campionato nella sua seconda avventura alla guida della ‘Vecchia Signora‘, perdeva clamorosamente in casa contro l’Empoli di Aurelio Andreazzoli. Feroci furono le critiche mosse al tecnico toscano, che però aveva dalla sua la ‘giustificazione’ di essere appena tornato. Nonchè il tempo, poi non sfruttato, di rimediare alla situazione di classifica. Un anno dopo quest’ultima arride alla Juve, rispetto allo scorso anno, ma i due pareggi consecutivi hanno ridato fiato alle trombe degli oppositori dell’allenatore toscano.

Massimiliano Allegri allena
Massimiliano Allegri © LaPresse

Se già dopo la mancata vittoria di Marassi era tornato in auge l‘hashtag #Allegriout su Twitter, questo ha ripreso vigore dopo il pareggio dell’Allianz Stadium contro la Roma. Le dichiarazioni post gara dell’allenatore, seguite a quelle tanto contestate del post Samp-Juve, non sono proprio andate giù ad una folta schiera di addetti ai lavori. Che non hanno mancato, attraverso i canali a disposizione, di far sentire la loro voce.

Allegri nella bufera: “Non gli importa della Juve”

Massimiliano Allegri sorridente
Massimiliano Allegri © LaPresse

Tra questi, Paolo Ziliani. il noto giornalista, è un contestatore della prima ora. Proprio in occasione del già citato match con l’Empoli di un anno fa, furono taglienti i suoi strali contro la gestione Allegriana della partita. 365 giorni dopo , il copione si ripete. Con l’aggravante di aver constatato, secondo la sua opinione, non solo assenza di miglioramenti nel gioco e nella gestione psicologica del gruppo. Ma anche uan fastidiosa saccenza, un’indsponibilità al confronto e a riconoscere i propri errori che causerebbero danni alla stessa causa bianconera. Che dovrebbe essere la cosa più importante.

Non conta il destino della Juve, l’unica cosa che conta è non contraddirlo mai“, le poco concilianti parole di Ziliani indirizzate ad Allegri e forse volutamente ricalcanti un noto slogan, forse il più famoso, della storia bianconera.