Juve penalizzata, come cambia il futuro di Vlahovic

La sentenza della Corte d’Appello della FIGC cambia le strategie di mercato del club bianconero: Vlahovic può dire subito addio

La decisione della Corte Federale d’Appello della FIGC – che ha penalizzato la Juventus di 15 punti, facendola sprofondare al decimo posto in classifica – stravolge inevitabilmente anche le strategie di mercato del club bianconero. La qualificazione in Champions è ormai un miraggio, e le strategie economco-finanziarie della socuetà piemontese subiranno degli stravolgimenti con effetto immediato.

Dusan Vlahovic in azione
Dusan Vlahovic © LaPresse

Nell’ambito di una situazione di bilancio che già impediva spese folli alla nuova dirigenza insediatasi il 18 gennaio, la quasi certa mancata partecipazione alle prossime Coppe Europee – anche l’Europa League rischia di non essere raggiunta dalla squadra di Allegri – determinerà giocoforza un deciso cambio di rotta. Si punterà sui giovani. Si dovrann necessariamente tenere in rosa quei giovani prospetti che già hanno mostrato di meritare la pesante maglia bianconera. E soprattutto si dovrà fare cassa con la cessione di qualche big, portatore oltretutto di stipendi poco in linea con la disastrata situazione finanziaria.

Il futuro di Vlahovic: la Juve valuta tutte le offerte

Già al centro di indiscrezioni di mercato su un possibile addio alla Juve a fine stagione, Dusan Vlahovic potrebbe essere il sacrificato eccellente del mercato di gennaio. La richiesta originaria del club bianconero per una partenza del suo bomber – 100 miloni cash – potrebbe essere abbassata già nei prossimi giorni. In Premier c’è la fila sul centravanti serbo. Che tra l’altro non ha più lo stesso feeling con l’ambiente che aveva qualche mese fa.

Federico Cherubini
Federico Cherubini © LaPresse

Se dovesse arrivare una proposta interessante – ci sono sempre Tottenham ed Arsenal sul calciatore, ma anche l’Atletico Madrid potrebbe tentare il blitz – la Juve si siederebbe al tavolo. C’è da salvare il salvabile. Una considerazione che più che essere riferita al piazzamento in campionato nella stagione in corso, si può intendere come mezzo attraverso il quale ripartire con forza sul mercato già dal prossimo luglio.