“Juve ultima in classifica”: l’annuncio scuote il futuro bianconero

La questione relativa alle conseguenze per le presunte violazioni della società Juventus non smette di far discutere

La settimana conclusasi con il pirotecnico pareggio tra la Juve e l’Atalanta all’Allianz Stadium è stata segnata dalla notizia della penalizzazione in classifica del club bianconero. La sanzione di 15 punti è stata un’autentica mazzata per la stagione della Juve, già segnata dalla mancata qualificazione agli ottavi di Champions League e dal comunque ampio ritardo accumulato dal Napoli capolista.

Massimiliano Allegri preoccupato per la classifica della Juve
Massimiliano Allegri Calciomercatonews.com

Mentre si discute sulla severità della pena inflitta dalla Corte Federale e sulle conseguenze che una probabile mancata qualificazione alla prossima Champions League potrà avere sul mercato bianconero, la squadra tenta di rispondere sul campo. Nella speranza che il ricorso ampiamente annunciato dal club possa per lo meno attenuare l’entità della pena. Tra gli addetti ai lavori però c’è anche chi sostiene come le conseguenze per le vicende giudiziarie attorno al club bianconero non siano affatto finite qui. Pur senza nominarlo, il caso Cristiano Ronaldo e la ‘carta segreta’ che inchioderebbe la società piemontese continua a tenere banco.

Juve penalizzata, non finisce qui

E adesso al prossimo giro vedremo la Juventus ultima in classifica. Nella migliore delle ipotesi e debitamente lontana da Cremonese e Sampdoria che avranno salito un gradino e saranno diventate penultima e terzultima. Siccome nessuno osa parlarne, ve lo dico io“. Parole e musica di Paolo Ziliani, il noto giornalista che su Twitter ha lanciato l’ennesima provocazione sulle possibili conseguenze per il club bianconero derivanti dal filone giudiziario aperto nei suoi confronti.

Angel Di Maria in azione contro l'Atalanta
Angel Di Maria Calciomercatonews.com

Una cosa è certa: la preoccupazione del tifoso juventino è in questo momento a livelli altissimi. La convinzione di essere stati puniti eccessivamente non smette di albergare nell’animo degli appassionati bianconeri. In attesa di capire come verrà giudicata la questione realtiva al blocco degli stipendi sotto Covid, il club prova a rispondere sul campo. Ricompattandosi. E sperando di non dover rivivere una seconda Calciopoli. Con annessa una clamorosa retrocessione in Serie B.