Mondiali 2010: ci vuole la moviola in campo?

Calcio

JOAHNNESBURG (Sud Africa) – Il netto fuorigioco sull’1-0 dell’Argentina, costa il Mondiale alla terna italiana. Rosetti è «tradito» da Ayroldi al 26’ quando Perez in uscita anticipa Tevez (che forse commette fallo): il pallone finisce a Messi che lascia partire una palombella girata in rete dallo stesso Tevez. Al momento del primo tocco, però, l’attaccante è al di là di tutti i messicani. L’assistente, invece, non ha dubbi e convalida il gol «spostando» di qualche metro (nella sua ricostruzione mentale) la posizione di Juarez e Rodriguez. A quel punto accade qualcosa: il c.t. messicano Aguirre probabilmente vede nel maxischermo dello stadio il replay incriminato col 4° uomo Damon (sudafricano) che avverte Ayroldi dell’errore. Arriva Rosetti e il suo collaboratore gli spiega tutto, mentre i giocatori delle due squadre protestano. L’arbitro decide di non tornare indietro: forse non fidandosi di Damon oppure non volendo cambiare idea per l’involontaria moviola in campo vietata dal regolamento. Blatter apprezzerà, ma il conto per la terna sarà lo stesso salato.

Fonte: gazzetta.it

La Redazione di Calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top