Tegola Milan, macigno per Pioli: altro stop

Emergenza infortuni Milan: sale a quota 29 il numero degli infortuni di questa stagione della squadra di Stefano Pioli, 19 dei quali muscolari

Dopo la vittoria di Newcastle e la prestazione più che convincente contro il Monza in campionato, arrivano ancora cattive notizie in casa Milan a seguito degli accertamenti svolti questa mattina. Il match valido per la sedicesima giornata di Serie A, finisce 3-0 per i padroni di casa, ma ha portato in due nuovi infortuni muscolari per i giocatori di Stefano Pioli. 

Il Milan ritrova una vittoria in campionato contro il Monza
AC Milan vince 3 a 0 contro il Monza (Ansa Foto)-calciomercatonews.com

Il Milan sale a 32 punti, blinda il terzo posto in classifica (a +5 sul Napoli) e arriva un clean sheet non troppo frequenti da queste parti. Neanche il tempo di iniziare la partita che Reijnders segna un gol da applausi, al 41esimo arriva la rete del diciottenne serbo Simic al suo debutto in prima squadra ed al 76esimo arriva la chiusura di Okafor.

Ennesimi infortuni: due nuove lesioni muscolari

Dopo la gara convincente contro il Monza, a fermarsi, sono stati Pobega prima e poi Okafor. Hanno svolto entrambi durante la mattinata, gli esami strumentali e sono stati valutati dallo staff medico rossonero. Per quanto riguarda Okafor, uscito dal campo dopo aver sentito dei crampi alla coscia sinistra, si tratta di “una lesione di un muscolo flessore profondo, il semimembranoso. Verrà rivalutato fra una settimana”.  

Esultanza di Okafor e compagni per la vittoria contro il Monza
Okafor esulta prima di uscire dal campo per problemi muscolari (Ansa Foto)-calciomercatonews.com

Al centrocampista italiano invece, hanno riscontrato “un danno che coinvolge la componente tendinea del retto femorale che si inserisce nell’anca sinistra. La lesione è meritevole di nuovo controllo fra una settimana e valutazione specialistica, al fine di scegliere il trattamento più opportuno”. Sul tema delicato degli infortuni che stanno colpendo la squadra di Stefano Pioli, si è espresso anche Giorgio Furlani, ad del Milan: “Stiamo provando a risolvere il problema, non è facile. I giovani che hanno avuto la possibilità di dire la loro fortunatamente hanno risposto bene dando ottimi riscontri”.