Calciopoli, clamorosa svolta nel processo di Napoli: non fu Facchetti a dire “Metti Collina” nella telefonata con Bergamo

Calcio

CALCIOPOLI PROCESSO NAPOLI FACCHETTI / Non fu Giacinto Facchetti a pronunciare il nome Collina durante la conversazione telefonica del 26 novembre 2004 con l’allora designatore arbitrale Paolo Bergamo in cui si faceva riferimento a una griglia arbitrale per una partita del campionato. È quanto emerge da una integrazione della perizia fonica depositata oggi al processo di Calciopoli in corso a Napoli da Roberto Porto, il perito incaricato di esaminare e trascrivere le intercettazioni indicate dalla difesa di Luciano Moggi. Si tratta di quella che la difesa di Moggi aveva definito «la madre di tutte le intercettazioni», sostenendo che la frase «metti dentro Collina» era da attribuire all’ex presidente dell’Inter Facchetti. Il perito, a quanto si è appreso, ha invece accertato che il nome dell’arbitro è pronunciato dall’interlocutore, ovvero dal designatore Bergamo.

FONTE: ANSA

Mauro Piro – www.calciomercatonews.com




© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top