Milan-Real Madrid, il pensiero dei Tifosi Non Evoluti: Pato e Ronaldinho prendete esempio da Pippo Inzaghi!

Ultime Notizie:

MILAN REAL MADRID TIFOSI NON EVOLUTI – Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? E’ questo uno dei quesiti più ricorrenti dopo la partita di ieri sera, dove da un lato abbiamo riscoperto il vecchio cuore Milan, ma dall’altro evidenziamo ancora una volta i limiti di una squadra costruita come un puzzle a cui hanno sottratto alcuni pezzi dalla scatola.
Partiamo dal bicchiere mezzo pieno, non era facile affrontare una squadra così forte e che vola sulle ali dell’entusismo, la figuraccia
era dietro l’angolo, memori della partita di 2 settimane fa a Madrid, dove Ronaldo e compagni ci avevano letteralmente strapazzato; ecco qui che sorge una domanda: “ma come sarebbe finita se avessimo giocato con il cuore di ieri sera?”; magari si sarebbe perso comunque, visti i limiti della rosa, ma almeno avremmo evitato quella umiliazione di palese impotenza.
Grandiose le prestazioni di Rino Gattuso e del “re” dei bomber europeo, ovvero l’immortale Pippo Inzaghi; mamma mia che emozione ci ha regalato il Pippo nazionale, uno stadio che lo invocava, la sua carica, l’adrenalina e quei 2 gol in poco più di 10 minuti a sancire che, ciò che conta davvero nel calcio, è la passione e la dedizione che bisogna mettere in ogni occasione perchè, dove non arriva il talento, deve arrivarci la testa.

Generosa la prova di Abate che aveva dinanzi a se uno dei giocatori più forti ed in forma del momento ovvero C.Ronaldo, che tra una buffonata e l’altra, ha comunque messo a dura prova il nostro Ignazio; ovvio che ne si apprezzi la generosità mentre, e lo ripeto per l’ennesima volta, occorerebbero un paio di terzini degni di esser chiamati tali (apro una parentesi, che giocatore Bale!).

Buonissima la prova di Boateng, una vera spina nel fianco con i suoi inserimenti, a mio avviso poco sfruttati, grinta e gamba, quello che serve alla nostra squadra.
Passiamo al bicchiere mezzo vuoto, ok la difficoltà, ok tutto, ma non si può prendere 2 gol a tempo scaduto, vanificando una vittoria preziosissima, per l’ immobilismo di giocatori dai quali difficilmente ci si aspetta questi errori, come Nesta ed Abbiati, per non parlare di Pato e Ronaldinho, completamente assenti, superficiali ed irritanti, prendessero esempio da Pippo che in 10 minuti ha fatto
ciò che loro non sono stati in grado di fare in 60.
Basta Basta Basta, non voglio più vedere Clarence Seedorf, che ancora una volta ha dimostrato di non essere più quel giocatore che tutti noi amavamo, è ora di smetterla e togliersi di mezzo, poichè non è possibile che come a Napoli, prendiamo gol subito dopo la sua entrata in campo, “avulso”.
Infine una chiosa sul nostro mister, per carità, persona amabilissima che sa di calcio, ma che deve uscire gli attributi, perchè non è possibile andare avanti così; SVEGLIA.
Ora ci aspetta un campo storicamente ostico come il San Nicola di Bari, speriamo di portare a casa i 3 punti.

Davide Simonetti – co-amministratore del gruppo Milanisti Non Evoluti

La redazione di Calciomercatonews.com




© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top