Calciomercato Roma, l’imperativo è sfoltire la rosa

Calcio

CALCIOMERCATO ROMA ROSA VENDERE CICINHO SIMPLICIO OKAKA – L’imperativo in casa Roma prima di acquistare è sfoltire la rosa. A Trigoria, presto, ci sarà un vertice di mercato tra il Ds Walter Sabatini, il Dg Franco Baldini e il tecnico Luis Enrique. Il tema principale sarà il mercato in entrata e in uscita e soprattutto valutare l’esigenza o meno di trovare il sostituto di Nicolas Burdisso. La Roma in quel ruolo ha Heize, Kjaer e Juan più Cassetti che ormai da Luis Enrique è visto come centrale. Piacciono i brasiliani Dedè, Uvini ed il montenegrino Savic, ma al momento non ci sono ancora offerte ufficiali. La squadra però  ha bisogno di rinforzi.  Walter Sabatini lo sa bene ma prima di procedere cercherà di alleggerire le finanze giallorosse cedendo giocatori con stipendi pesanti. Al momento la rosa capitolina conta trenta giocatori ma soltanto venti sono quelli davvero utilizzati dall’ex Barcellona.

L’obiettivo è quello di sfoltire la rosa di almeno tre elementi e acquistare almeno due rinforzi difensivi (due esterni, Montoya ed Aogo sono i nomi più gettonati) e un centrocampista. Il sogno è il brasiliano Casemiro su cui la concorrenza da battere è tanta anche se al momento il centrocampo sembra uno dei reparti migliori della Roma con Gago, Pjanic e De Rossi a formare il trio meraviglia.

CESSIONI – Sono almeno sei i giocatori sulla lista di partenza. I cinque sicuri sono: Cicinho, Antunes, Simplicio, Barusso, Okaka. Il sesto uscirà tra questa cerchia di candidati: Taddei, Borriello e Juan. Ma andiamo con ordine. Taddei nelle ultime uscite ha dimostrato di essere una risorsa inaspettata per i giallorossi; nella sfida contro il Lecce è stato tra i migliori in campo dimostrando di poter ricoprire anche il ruolo di esterno. Borriello è invece tra gli scontenti in casa Roma. Chiuso dalle prodezze, dalla fantasia e dai gol di Osvaldo, Bojan e Totti, quasi sicuramente sarà lui a lasciare Trigoria. Tra le probabili destinazioni oltre al solito interesse del Psg, anche il ritorno al Genoa o al Milan. Infine Juan. Le sue condizioni fisiche non fanno dormire sonni tranquilli a Luis Enrique, che ora in quel ruolo può contare solo su Heinze e Kjaer. Anche se dovesse arrivare un altro difensore, il brasiliano potrebbe comunque restare purchè non chieda di essere ceduto.

PRIMAVERA – Lo scopo di questo piano è cercare di portare più giovani della Primavera ad allenarsi costantemente con la prima squadra. Si punta tantissimo su Federico Viviani, centrocampista, classe ’92, che ha esordito nei preliminari in Europa League. Pronti al salto di categoria anche il neo acquisto francese Loic Nego e Gianluca Caprari, che piace molto al Pescara. Un altro ragazzo promettente è Valerio Verre, giovanissimo del ’94, senza dimenticare Nico Lopez, attaccante uruguagliano, sse ’93, dal Montevideo. Inizierà da Alberto De Rossi, si ambienterà e poi si valuterà. Insomma il settore giovanile giallorosso offre davvero un futuro promettente…

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top