Home Archivio articoli IL PUNTO SULLA PREMIER LEAGUE – E alla fine arriva Mou…

IL PUNTO SULLA PREMIER LEAGUE – E alla fine arriva Mou…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:39
CONDIVIDI

E’ la Premier League delle grandi che tornano grandi, è la Premier League delle ammazzagrandi, è la Premier League delle piccole che sognano in grande. Questa Premier League ha voglia di grandezza, i sogni son desideri. Ma non per tutti. Cominciamo dagli scontenti di casa Liverpool, una società che ha gestito il dopo-Suarez come peggio non si poteva. Soldi buttati a caso, la scommessa Balotelli persa miseramente. Forse è presto per scagliarsi contro i vari Firmino e Benteke, ma per Rodgers invece è già tempo di graticola. Dalle parti di Anfield Road si parla di esonero, sarebbe un peccato visto come era partito il progetto. Innegabile però che il cammino sembri ormai arrotolato su stesso.

Un altro che se l’è passata male nelle ultime settimane è José Mourinho, non lo avremmo mai detto ma è successo. Chi segue calciomercatonews.com sa che abbiamo invitato spesso alla calma nel giudicare il Chelsea e lo Special One, gli ingredienti per far bene ci sono tutti. Ed ecco che arriva la vittoria sull’Arsenal, Blues ringalluzziti dal successo Champions sul Maccabi. Le coppe europee danno, le coppe europee tolgono, quello che la Champions League può sottrarre sotto il profilo nervoso e mentale spesso viene ricompensato da un rilancio psicologico. Pensiamo all’effetto Manchester sulla Juventus, viceversa il City è incappato in un brusco stop dopo il match con i bianconeri. Il nuovo West Ham targato Bilic ci ha preso gusto e, dopo aver castigato Gunners e Reds, raccoglie pure lo scalpo dei Citizens. L’eliminazione dall’Europa League ai preliminari è un incidente di percorso, i martelli hanno intrapreso un percorso davvero interssante, la qualità di Payet peserà come un macigno. Quella di De Bruyne, pagata 76 milioni, non basta a evitare la sconfitta.

Parliamo di fantamilioni ed è impossibile non citare il Manchester United. L’acquisto di Martial ha fatto storcere il naso a molti, parliamo di cifre da capogiro, il francese però ha impiegato poco tempo a conquistare la ribalta. La classe c’è, il carattere lo sta dimostrando, la vittoria sul Southampton è merito suo. Purtroppo è arrivata la tegola Shaw a complicare i piani di Van Gaal, gamba rotta e stagione già finita. I Saints di Pellè versano in pessime acque, quest’anno c’è poco da stare allegri.