Serie A, quarantena e rischio stop | Nuovo annuncio di Gravina

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, torna a parlare della ripresa del campionato dopo l’emergenza coronavirus: nuovo annuncio sulla quarantena

Figc Gravina Coronavirus Spadafora Serie A
Gabriele Gravina, presidente della Figc (Getty Images)

Il mondo del calcio italiano si prepara al ritorno in campo delle squadre, che verrà inaugurato dal JuventusMilan di Coppa Italia. A tornare a parlare della ripresa è il presidente della Figc, Gabriele Gravina, che sottolinea come i numeri stiano dando ragione alle decisioni prese e delle possibili richieste di allentare le restrizioni.

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Milan, non solo Ibra | Tensione con Gazidis!

Potrebbe interessarti anche >>>  Calciomercato Inter, ‘problema’ Perisic | Spunta scambio clamoroso

Serie A calendario ufficiale
Palla ufficiale Serie A (Getty Images)

Potrebbe interessarti anche >>> Calciomercato Milan, il ‘nuovo Haaland’ nel mirino | Numeri da record

Serie A, il presidente Gravina: ”Chiederemo di eliminare la quarantena”

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, torna a parlare della ripresa dei campionati italiani ai microfoni di ‘Eleven Sports’. ”Sono ottimista e mi sembra che i numeri ci diano ragione. Oggi la curva epidemiologica ci lascia ben sperare e non lo dico solo per il calcio: è evidente che, se dovesse continuare questo trend, chiederemo al Comitato Tecnico Scientifico di allentare alcune restrizioni eliminando una quarantena che mi sembra particolarmente eccessiva, soprattutto se c’è l’idea di aprire agli sport amatoriali come il calcetto. Godiamoci la ripartenza sapendo quindi che dobbiamo ancora limare qualche piccola restrizione imposta dal Comitato Tecnico scientifico. E dico piccola per usare un eufemismo”.

Gravina Figc
Gabriele Gravina, presidente della Figc (Getty Images)

Poi conclude augurando un futuro migliore e sopratutto più fortunato al calcio: “Mi auguro che il mondo del calcio non sia così sfigato da beccare un nuovo caso di Coronavirus. Noi ripartiamo sapendo in modo responsabile che ci sono ancora dei rischi: dobbiamo governarli in maniera corretta perché un blocco ulteriore sarebbe una grande beffa”.

Potrebbe interessarti anche >>>  Champions ed Europa League, scelte le sedi per le fasi finali | I dettagli