Inter, ESCLUSIVO Tacchinardi: “Giocatori contro Conte? Qualcosa non mi torna”

In esclusiva ai microfoni di CalciomercatoNews.com, l’ex Juventus Alessio Tacchinardi sul momento dei bianconeri e dell’amico Antonio Conte

Tacchinardi (Getty Images)
Tacchinardi (Getty Images)

“Bisogna essere onesti e dire che va fatta la tara per la vittoria contro il Ferencvaros, perché l’avversario non era palesemente al livello della competizione”: parole di Alessio Tacchinardi, in bianconero dal 1994 al 2005, rilasciate in esclusiva ai microfoni di CalciomercatoNews.com. “Detto questo, vanno però salvate parecchie cose che la Juventus ha mostrato ieri – ha continuato l’ex centrocampista – Su tutti, il ritorno di Giorgio Chiellini, perché questa squadra ha bisogno di un leader come lui. Poi, la riconferma di un centrocampo a tre, che dà più garanzie sul piano dell’equilibrio tattico. E ancora, la continuità di Morata che si sta dimostrando devastante, ed il ritorno al gol di Dybala, che con la doppietta di ieri può ritrovare morale. Vittorie come quelle di ieri, comunque, servono per dare conoscenza a Pirlo del proprio organico e infondere loro le sue idee di calcio. Perché la Juve sarà stata anche fortunata nel pescare un girone del genere, ma non lo è stata nel precampionato, dove ha subito un cambio di panchina che l’ha costretta a ricostruire tutto da capo”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, dalla Spagna il nuovo erede di Ibra: è in rampa di lancio

Inter, Tacchinardi su Conte: “Antonio è un grande allenatore, ma qualcosa non mi torna”

Antonio Conte (Getty Images)

Negli undici anni alla JuventusTacchinardi ha anche condiviso lo spogliatoio con chi adesso sta attraversando una crisi tecnica tutt’altro che semplice: “Antonio sta vivendo una situazione un po’ strana, sembra quasi un puzzle che non si chiude – ha confessato l’ex centrocampista bianconero, in merito al vecchio amico Conte – C’è qualcosa non mi torna: l’Inter ha una delle rose più forti del nostro campionato, ma per quanto possa essere stata sfortunata con qualche episodio arbitrale, non mi aspettavo di vedere una squadra così claudicante. Anzi, mi aspettavo un’Inter asfaltatrice, capace di mettere in difficoltà chiunque. E’ vero, hanno terminato la scorsa stagione più tardi rispetto alle altre, ma i gol che sta prendendo adesso, obiettivamente, mi preoccupano. Sono gol presi in maniera superficiale. Antonio per me è un grande allenatore, ma c’è qualcosa che non mi torna”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, sorpresa tra i pali | Ecco il dopo Szczesny!

Un interrogativo che Tacchinardi ha ripetuto spesso e che ci ha indotti ad incalzarlo con una domanda ben più cattiva: qualcosa non torna perché la squadra sta remando contro l’allenatore? “No, assolutamente, non lo credo affatto – ha risposto allontanando qualsiasi dietrologia l’ex bianconero – Ho solo l’impressione che questa Inter si senta talmente forte, da credere che poi la partita in un modo o nell’altro la vince sempre, ma non è così. L’Inter può vincere lo Scudetto solo se incarna lo spirito guerriero e agonistico di Antonio, altrimenti la vedo difficile, soprattutto se consideriamo alcuni gol presi. I nomi contano fino ad un certo punto, poi parla il campo. E l’esempio di questo concetto è Vidal: se mi dite che questo Vidal è lo stesso che abbiamo visto con Juventus e Bayern, non ci siamo proprio…”.

Inter Lautaro
Antonio Conte (Getty Images)

Nonostante tutto, Tacchinardi resta ottimista: “Non credo che Conte rischi il posto adesso, al netto di un tracollo clamoroso nei prossimi mesi. Per me l’Inter sta vivendo una fase temporanea e credo che riuscirà comunque ad entrare nel carrozzone della lotta Scudetto”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Calciomercato Juventus, Haaland via con la clausola | L’annuncio!

Calciomercato, occasione Inter e Roma | Simeone lo scarica