Juventus, dal mercato alle scelte in panchina | Fallimento Paratici: l’analisi

Dal calciomercato alla gestione di rinnovi e allenatori: tutti i fallimenti di Paratici e Nedved in casa Juventus

La Juventus esce con le ossa rotte dallo scontro diretto con l’Inter dell’ex Conte. Ieri sera, infatti, i nerazzurri hanno dominato con facilità la squadra di Pirlo, mai pericolosa dalle parti di Handanovic e apparsa quasi impotente di fronte alla superiorità di Barella e compagni. A finire sul banco degli imputati al termine della bruttissima partita di ‘San Siro’ è stato anche Fabio Paratici, e più in generale la dirigenza bianconera. Dalla campagna acquisti alla gestione dei rinnovi e degli allenatori: ecco tutti i fallimenti di Paratici e Nedved. Per restare aggiornato con le ultime news legate al mercato e non solo CLICCA QUI!

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, rivoluzione totale | Addio a Chiellini e non solo

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, caccia al difensore | Doppia pista in Serie A!

Juventus, fallimento Paratici | Dal calciomercato a rinnovi e allenatori
Fabio Paratici (Getty Images)

Juventus, dalla campagna acquisti alla gestione di rinnovi e allenatori | Il fallimento di Paratici

Dalle ultime campagne acquisti alla gestione dei rinnovi, fino alle scelte in panchina: sono diversi gli errori imputati a Paratici ed alla dirigenza bianconera. A partire dagli acquisti, con Ramsey e Rabiot che sono forse l’emblema del fallimento della società: i due sono stati acquistati a parametro zero, ma percepiscono ingaggi pesantissimi da 7 milioni netti l’anno fino al 2023. Spicca poi Arthur, arrivato nello scambio con il Barcellona e a bilancio per oltre 70 milioni: il brasiliano è finora un oggetto misterioso e ieri non è stato nemmeno impiegato da Pirlo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, rinnovo e annuncio imminente | Resta in Serie A!

Fallimentare anche la gestione dei rinnovi: negli ultimi anni Paratici e Nedved hanno prolungato i contratti dei vari Matuidi (che ha poi rescisso per volare negli Stati Uniti), del separato in casa Khedira, e di Leonardo Bonucci. Il difensore, in particolare, ha rinnovato fino al 2024 (quando avrà 37 anni), con un ingaggio da ben 6,5 milioni di euro netti a stagione.

Juventus, fallimento Paratici | Dal calciomercato a rinnovi e allenatori
Nedved e Paratici (Getty Images)

Juventus, gestione Paratici fallimentare | L’analisi

Infine, pesano anche le ultime scelte degli allenatori: la società torinese ha infatti esonerato Allegri per puntare su Sarri, aprendo un nuovo corso con l’obiettivo di far nascere una Juve sempre vincente ma anche più bella e spettacolare. Un progetto ampiamente fallito e che si è chiuso dopo solo un anno con l’esonero dell’ex Napoli, che ha portato Paratici e il suo staff a puntare sull’esordiente Pirlo. Il neo allenatore, inizialmente scelto per l’Under 23, si è così trovato catapultato sulla panchina della prima squadra con tutte le pressioni che ne consegue. Ovviamente è ancora presto per fare dei bilanci definitivi, ma la stagione sta prendendo una piega ben diversa da quella desiderata. E la colpa non può che ricadere su Paratici e la dirigenza.