Calciomercato Milan, i pro e i contro del rinnovo di Ibrahimovic

Nelle ultime ore aleggiano sempre più dubbi sul futuro milanista di Zlatan Ibrahimovic reduce da un derby in penombra. I pro, i contro e i possibili sostituti 

I pro e i contro del rinnovo di Ibrahimovic
Ibrahimovic © Getty Images

Nel bene o nel male l’uomo copertina del Milan è sempre e comunque Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese tornato in rossonero poco più di un anno fa ha saputo restituire alla Serie A, con la sua leadership e il suo smisurato talento, un Milan capace di lottare per lo scudetto. L’ultimo turno di campionato ha però gettato ombre sul momento attuale della compagine allenata da Stefano Pioli che nel momento della verità è stata sopraffatta dall’Inter di Conte. Un netto 0-3 che spinge i nerazzurri a +4 in classifica e i rossoneri a riflettere sul proprio futuro. 5 sconfitte nelle ultime 12 gare e un’involuzione complessiva che ora inizia a preoccupare. D’altro canto la società, con Maldini in primis, è invece sempre al lavoro sul fronte mercato dove la priorità più importante resta sempre il capitolo rinnovo: una situazione che coinvolge inevitabilmente anche Zlatan Ibrahimovic. Per restare aggiornato con le ultime news legate al mercato e non solo CLICCA QUI!

LEGGI ANCHE >>> Milan-Inter, che attacco al capitano | “È un sopravvalutato!”

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Milan, cifre folli per il rinnovo | La richiesta del giocatore

Calciomercato Milan, rinnovo Ibrahimovic: i pro, i contro e i possibili eredi

I pro e i contro del rinnovo di Ibrahimovic
Ibrahimovic © Getty Images

Il 2021 di Ibrahimovic non è stato fin qui esaltante, con l’espulsione ed annessa lite con Lukaku nel derby di Coppa Italia, le polemiche per la sua prossima partecipazione a Sanremo e la prestazione complessiva di ieri non sufficiente per un calciatore del suo livello. Difficoltà che normalmente esaltano la qualità del gigante di Malmoe che resta anche al centro delle vicende societarie per quanto concerne il rinnovo contrattuale. L’accordo scade a fine stagione e senza firma le strade di Ibra e del Milan si separeranno ancora una volta. Il club dovrà trovare un accordo con il suo agente, Mino Raiola, e visto l’alto ingaggio dell’attaccante dalla sua firma potrebbero anche dipendere le strategie in entrata della società.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Juventus, post Pirlo | Suggestione a sorpresa

Tra i pro per quanto riguarda il rinnovo di Ibra c’è sicuramente l’apporto in termini di gol, assist, talento assoluto e soprattutto leadership che lo stesso svedese nonostante l’età avanzata ha già dimostrato ampiamente di poter offrire. Basti pensare che dal suo arrivo la squadra che annaspava è riuscita in breve tempo a diventare un team in lotta per il titolo. Sul versante opposto della medaglia c’è l’alto ingaggio per un calciatore di quella età e la stessa carta d’identità di Ibrahimovic che impedisce evidentemente di costruire un progetto a lunga scadenza con lui al centro del villaggio.

Anche per queste ragioni il club milanista inizia a pensare al futuro e potrebbe ponderare l’idea di valutare eventuali profili per la sua sostituzione. In caso di divorzio è sempre suggestiva la pista che porterebbe ad Andrea Belotti, che al contrario Cairo vorrebbe blindare al Torino. Interessante anche la crescita di Dusan Vlahovic a Firenze che quest’anno sta maturando, mentre dall’estero il profilo top resta quello di Luka Jovic che era già stato accostato a gennaio. Il serbo invece è tornato all’Eintracht dal Real Madrid ritrovando prontamente una verve realizzativa che per il futuro potrebbe far comodo anche al Milan.