Ritorno in Serie A già a gennaio: sfida a tre per il big

L’ex è pronto a tornare in Serie A, c’è lo sconto per l’addio: è corsa a tre già per il prossimo calciomercato invernale

Un inizio di stagione scoppiettante quello che la Serie A sta riservando, con il vertice che vede quattro squadre in soli quattro punti. Con il Milan a +1 sull’Inter, per le big del nostro calcio sarà fondamentale la prossima sessione di calciomercato. In tal senso, sono numerosi i nomi circolati tanto per i rossoneri, quanto per Inter, Roma e Juventus nelle ultime settimane. L’occasione giusta potrebbe quindi arrivare dalla Francia: il PSG ha deciso di dare il via libera, con lo sconto, alla cessione del talento.

LEGGI ANCHE >>>Calciomercato, ‘tradimento’ all’Inter: lo prende il Milan

Inter Roma Milan Paredes
Marotta e Ausilio © LaPresse

L’idea del club transalpino sarebbe quella di sfoltire la rosa di Pochettino, in sovrannumero e le cui cessioni serviranno a fare spazio ad eventuali nuovi innesti da regalare al tecnico argentino. E a salutare Parigi potrebbe essere un altro argentino, quel Leandro Paredes che fece già bene con la maglia della Roma prima di essere acquistato dallo Zenit nell’estate 2017 per 23 milioni di euro.

LEGGI ANCHE >>>Dybala, il rinnovo può attendere: big alla finestra, c’è anche l’Inter

Addio con lo sconto: non solo il Milan su Paredes

Milan Inter Roma Paredes
Paolo Maldini © LaPresse

Ad un anno e mezzo dalla scadenza, Paredes può lasciare il PSG per fare ritorno in Italia. Oltre all’ormai noto interesse della Juventus, sarebbero tre i club in prima linea per tentare di abbracciare il gioiello argentino.

Dalla Roma di Mourinho che lo riaccoglierebbe volentieri, fino a Milan ed Inter che non disdegnerebbero un rinforzo di spessore per il centrocampo di Pioli e Inzaghi.

LEGGI ANCHE >>>La Roma cerca rinforzi: nuova idea di scambio con l’Inter

Paredes Milan Inter
Leandro Paredes © LaPresse

Il PSG, pur di cedere già a gennaio Paredes, è disposto ad abbassare la valutazione del 27enne di San Justo a 18 milioni di euro: la lotta, all’orizzonte, si prospetta agguerrita.