Calciomercato Inter, cessione con scambio | Sgarbo al Milan

In casa Inter si tenta di conciliare la cessione di u giocatore insoddisfatto con l’arrivo di un altro che sarebbe molto gradito ad Inzaghi e sul quale anche il Milan aveva messo gli occhi

Le vie del mercato, si sa, sono infinite. A maggior ragione in questo particolare momento storico in cui anche le big non dispongono di risorse illimitate per mettere a segno quei tasselli individuati come utili alla causa. Il tema delle contropartite tecniche e degli esuberi è più che mai all’ordine del giorno.

LEGGI ANCHE >>> Inter, espulsione al Bernabeu: Barella esce allo scoperto

Matias Vecino Inter
Matias Vecino © LaPresse

Uno dei nerazzurri che trova poco spazio con Inzaghi e che già era stato messo sul mercato all’epoca della gestione Conte è Matìas Vecino, l’uruguaiano tormentato da guai fisici nella scorsa stagione. L’ex Fiorentina è voluto restare per giocarsi le sue chances ma a centrocampo la concorrenza è folta. Oltretutto il tecnico piacentino avrebbe chiesto un giocatore più dinamico per diversificare le caratteristiche a sua disposizione.

Calciomercato Inter, idea William Carvalho: Milan beffato

William Carvalho dribbling
William Carvalho © LaPresse

Il nome di William Carvalho è finito sul taccuino di Beppe Marotta ormai da qualche settimana. Sul giocatore aveva messo gli occhi per primo il Milan, che sta lavorando per un ipotetico futuro senza Franck Kessié, il cui rinnovo contrattuale appare semprep iù improbabile. I nerazzurri forse hanno trovato la chiave per arrivare al portoghese beffando i cugini: proprio Vecino potrebbe essere la carta vincente.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, colpo low cost in difesa: arriva dalla Serie A

Il sudamericano è infatti finito nelle mire proprio del Betis Siviglia, la soietà che detiene il cartellino di Carvalho. Con un congruo conguaglio economico l’Inter potrebbe chiudere il cerchio accaparrandosi un giocatore che andrebbe a rimpolpare con qualità e quantità la già ottima linea mediana a disposizione di Inzaghi. Il Milan deve ora mettere a punto una nuova strategia se non vuole vedersi soffiare il centrocampista da sotto il naso.

A.C.