Calciomercato Milan, colpo low cost in difesa: arriva dalla Serie A

Spunta un nuovo nome per la difesa del Milan di Stefano Pioli: è quello di Marash Kumbulla, centrale albanese di proprietà della Roma di Josè Mourinho

Non c’è stato nulla da fare per il Milan di Stefano Pioli che, nonostante il grande impegno e la vittoria di prestigio di due settimane fa in casa dell’Atletico Madrid del Cholo Simeone, non è riuscito ad andare oltre la sconfitta contro il Liverpool in occasione dell’ultima gara del gironcino di Champions League.

Milan, Pioli punta Kumbulla
Stefano Pioli © LaPresse

I rossoneri sono così fuori dagli ottavi della massima competizione europea, ma anche dall’Europa League con i Colchoneros che hanno guadagnato il secondo posto e il Porto che si è piazzato al terzo. Una beffa clamorosa per il Milan di Pioli che ora deve immediatamente rialzarsi nel campionato italiano di Serie A dove occupa attualmente la prima posizione con un punto di vantaggio sull’Inter di Simone Inzaghi, sconfitta anch’essa ieri dal Real Madrid, ma già qualificata agli ottavi di Champions.

In casa Milan serve assolutamente, nella finestra di calciomercato invernale, un difensore centrale che possa far rimpiangere meno l’assenza pesante di Simon Kjaer. Il leader difensivo della squadra di Pioli ha verosimilmente concluso la sua stagione e i rossoneri potrebbero pescare il sostituto proprio da un’ex squadra del danese: la Roma ora nelle mani di Josè Mourinho.

LEGGI ANCHE >>>Juventus, sfuma il colpaccio a zero: ecco il suo prossimo club

LEGGI ANCHE >>>La rifondazione della Juventus passa per il Psg: quattro acquisti

Calciomercato Milan, colpo low cost dalla Roma

Milan, idea Kumbulla
Marash Kumbulla © LaPresse

In quest’ottica sul taccuino del Milan potrebbe finire il nome di Marash Kumbulla, difensore centrale albanese della Roma di Josè Mourinho. Arrivato per 30 milioni di euro dal Verona, il giovane nativo di Peschiera del Garda non è mai riuscito a imporsi e i giallorossi potrebbero anche essere disposti a lasciarlo andare, magari temporaneamente, con la formula del prestito con diritto di riscatto. Un’ipotesi praticabile e decisamente low cost per il Milan che, senza gli introiti dalla Champions, dovrà rinforzare la squadra a gennaio in vista della volata per lo Scudetto.