Cambio in panchina, ora de Ligt può davvero partire

L’arrivo in panchina del nuovo tecnico potrebbe rappresentare una calamita per il difensore olandese: l’allenatore lo vuole a tutti i costi

La dirigenza bianconera, dopo il colpo Dusan Vlahovic, deve fare i conti con un’annunciata difficoltà di operare sul mercato dei profili big. L’investimento principe, del resto, è stato già fatto, sebbene poi parzialmente ‘ammortizzato’ dalle ricche cessioni di Bentancur e Kulusevski. Se però si vuole competere in trattative onerose per alcuni prestigiosi obiettivi già messi nel mirino, la necessità di fare un sacrificio sul piano delle cessioni eccellenti diventa quasi propedeutica.

juventus nedved
juventus nedved © LaPresse

Ecco che allora le tante richieste che continuano ad arrivare sul tavolo della dirigenza bianconera per Matthijs de Ligt, possono rappresentare un’occasione. Magari non cercata dalla Juve, ma comunque una questione da tenere in debito conto. Sul difensore olandese si è ultimamente sfilato il Chelsea, che senza le limitazioni imposte alla proprietà russa del club avrebbe certamente portato un assalto. Restano le pressioni di Barcellona e Bayern Monaco e di una ‘nuova’ pretendente: una società che, con l’arrivo di un nuovo tecnico in panchina, si candida come club favorito nella corsa a de Ligt. Le finanze, del resto, non mancano, e il gradimento tecnico per il giocatore oranje non è nemmeno in discussione.

Calciomercato, per de Ligt irrompe Ten Hag: lo vuole allo United

Matthijs de Ligt Calciomercato
Matthijs de Ligt © LaPresse

Dopo la disastrosa stagione della coppia SolskjaerRangnick (il primo esonerato a novembre, il secondo subentrato), il Manchester United ha deciso di voltare defintivamente pagina. Per la nuova stagione sono stati già avviati i contatti con Erik Ten Hag, allenatore guru dell’Ajax e mentore di de Ligt, da lui avuto proprio nello storico club dei ‘Lancieri’ di Amsterdam. Il tecnico olandese è disposto a tutto pur di avere con sè, nella sua nuova avventura, il giocatore da lui stesso plasmato ai tempi della comune esperienza in Eredivisie.

Già indiziato di poter soffiare ai bianconeri il giovane attaccante brasiliano dell’Ajax Antony – che Ten Hag vorrebbe a Manchester – il futuro manager dei Red Devils sarebbe disposto a mettere sul piatto 70 milioni per accontentare le richieste della Juve per de Ligt. Lo United, inutile sottolinearlo, sarebbe una destinazione gradita anche a Mino Raiola. Che da tempo spinge per un approdo in Premier del suo assistito. Se i bianconeri opteranno per il sacrifico tecnico, si siederanno certamente al tavolo delle trattative. Lo stesso difensore non disdegnerebbe l’idea di tornare ad essere allenato da chi lo ha fatto diventare grande.