‘Bluff’ Mendes ma Ancelotti non ci casca: il Milan spera

Un giocatore della scuderia Mendes, già appetito dai rossoneri, sembra destinato a lasciare il club: Ancelotti non abbocca al ‘bluff’

Uno dei principali – e per nulla semplice – compiti della dirigenza del Real Madrid nel corso del prossimo mercato estivo, sarà quello di liberarsi dei cosiddetti ‘esuberi tecnici’. Tutta quella schiera di giocatori che non rientrano nei piani del confermatissimo Ancelotti dovranno essere venduti, con un occhio a non fare l’errore di svenderli per la fretta. O per l’abile strategia di qualche potente procuratore.

Jorge Mendes sorridente
Jorge Mendes © LaPresse

Proprio questo potrebbe essere il caso di un calciatore ormai uscito dalle grazie del tecnico italiano. Come riporta ‘DefensaCentral‘, il portale spagnolo esperto di vicende in casa Real, il giocatore avrebbe esaurito i bonus. Mostratosi poco coinvolto durante la magica serata di Champions contro il Manchester City – sia in fase di riscaldamento pre ingresso in campo, che in termini di esultanza ai gol, che anche quando è sceso sul terreno di gioco – il talento sembra esser giunto al capolinea della sua avventura in maglia merengue. Ancelotti ha provato a dargli qualche altra possibilità, ma il mancino ha risposto con prestazioni scialbe. Ecco che allora entra in gioco Jorge Mendes, il suo nuovo e potente agente.

Mendes fa pressione su Florentino: obiettivo rinnovo ma…

Marco Asensio esultanza
Marco Asensio © LaPresse

Il protagonista della vicenda è Marco Asensio, ex enfant prodige del calcio iberico. Già seguito con discreto interesse dalla Juve, il maiorchino ha attirato soprattutto l’interesse del Milan. Stefano Pioli gradirebbe eccome – per caratterisitiche tecniche simili – un ‘Castillejo 2.0’ da mettere sulla corsia di destra a piede invertito. Il procuratore del giocatore da un lato spinge per il rinnovo, dall’altro tenta di ‘spaventare’ Florentino Perez avanzando l’interesse dei bianconeri come pericolo per un’eventuale partenza a zero del classe ’96. Il cui contratto, in scadenza nel 2026, non è oggetto di trattative di rinnovo col club madrileno.

Con questa mossa Mendes vorrebbe garantire al suo assistito il rinnovo con la ‘Casa Blanca’, convinto che il giocatore possa ancora giocarsi le sue carte. Dall’altra parte per il Milan l’apparente ferma volontà del Real di privarsi di lui apre più di uno spiraglio per la cessione. Un’operazione che dovrebbe concludersi entro agosto per evitare che il club spagnolo, di lì a cinque mesi, perda veramente la propretà del cartellino.