CMNEWS | Mega contratto rifiutato, resta fermo: Agnelli sogna Zidane

Il PSG le ha provate davvero tutte, ma non è riuscito a convincere Zidane a sposare la causa parigina: il sogno del tecnico è un altro

Accreditato da mesi – soprattutto dopo la clamorosa e beffarda eliminazione dalla Champions League per mano del Real – di sedersi sulla panchina del PSG per la stagione 2022/23, Zinedine Zidane resta fermo. Almeno per ora. La dirigenza del club transalpino, col nuovo ds Luis Campos in testa, aveva messo sul piatto un contratto che avrebbe fatto di Zizou il tecnico più pagato al mondo.

Zinedine Zidane Calciomercato
Zinedine Zidane © LaPresse

Nulla da fare. L’ex Pallone d’Oro ha un sogno nel cassetto, e sta aspettando il suo momento affinchè si realizzi: allenare la Francia. A nulla sarebbe valsa la benedizione di Kylian Mbappé e i tanti milioni messi sul tavolo da Al-Khelaifi. Zidane non cede. Sull’ex allenatore del Real Madrid però, com’è noto, non gravitava solo l’interesse della società francese. In Italia c’è chi sogna il grande colpo.

Zidane prende tempo, la Juve sogna un futuro con Zizou

Andrea Agnelli perplesso
Andrea Agnelli © LaPresse

Intanto, si vocifera alla Continassa, il fatto che Zidane non si sia legato ad un altro club con un contratto faraonico e pluriennale, lascerebbe ancora tecnicamente la porta aperta al possibile ritorno del francese a Torino se le cose dovessero malauguratamente andar male con Allegri. Il sogno della Nazionale probabilmente prima o poi verrà realizzato, ma le decisioni della Federazione francese potrebbero non andare nella direzione voluta da Zizou in tempi così brevi. Ecco che allora la Juve resta in attesa di capire se, un giorno, poter bussare alla sua porta oppure no.

Le evoluzioni del calcio mercato, si sa, sono imprevedibili. Sognare non costa nulla, e chissà che un giorno l’ex fuoriclasse francese non possa davvero tornare a Torino per dare alla società bianconera quella dimensione europea già alimentata dal tecnico in terra spagnola. Le tre Champions consecutive vinte alla guida del Real sono il miglior biglietto da visita che ci sia…

Raffaele Amato