Xavi inguaia Mourinho: c’è il pressing di Guardiola

Il tecnico del Barcellona ha messo nel mirino un big del Manchester City: Guardiola vorrebbe rifarsi col gioiello giallorosso

Gli intrecci di mercato non finiscono mai. Fino all’ultimo giorno utile per le contrattazioni sono infatti sempre possibili grandi colpi, soprattutto se questi diventano quasi necessari alla sostituzione di big clamorosamente in procinto di cambiare maglia. È questo il caso di un triangolo che riguarda due vecchi amici come Xavi Hernandez e Pep Guardiola, e José Mourinho. L’unico che avrebbe ben poco da guadagnare nello scenario che ora andiamo ad esporre.

Jose Mourinho concentrato
Jose Mourinho © LaPresse

Negli ultimi giorni uno scatenato Barcellona, già protagonista di acquisti top come Robert Lewandowski e Jules Koundé, sarebbe tornato alla carica col Manchester City per Bernardo Silva, il geniale trequartista che ha fatto le fortune dei Citizens negli utlimi anni.  Con l’affare che, secondo la stampa spagnola, sarebbe ormai in via di definizione, il tecnico catalano del club inglese avrebbe messo nel mirino una schiera di prestigiosi sostituti del portoghese. Tra questi spicca il nome di due giocatori italiani: uno è Marco Verratti, da sempre pallino di Guardiola. L’altro è un dichiarato obiettivo del Tottenham di Antonio Conte.

Guardiola punta Zaniolo: la Roma in trincea

Pep Guardiola pensieroso
Pep Guardiola © LaPresse

Tra i papabili sarebbe infatti spuntato il nome di Nicolò Zaniolo, già appetito dagli Spurs e blindato dalla società giallorossa che non intende trattare per offerte inferiori a 50 milioni cash. Il prodotto della Primvera dell’Inter, che sembra aver ristabilito un feeling totale con l’ambiente romanista, è sembrato in gran forma nell’ultima uscita stagionale dei capitolini. Lo Special One ha fatto chiaramente capire alla società che ‘Nico’ non si tocca, ma forse il City è tra i pochi club che potrebbero assecondare le richieste economiche dei Friedkin.

Il nodo verrà sciolto se e quando Bernardo Silva lascerà l’Etihad. A quel punto i Citizens dovranno giocare a carte scoperte, con la possibilità di portare l’affondo o sul centrocampista pescarese del PSG – dato in rotta di collisione col nuovo tecnico Galtier – o sul fantasista giallorosso. Che potrebbe approdare in Inghilterra ma non più alla corte di Antonio Conte.