Allegri insiste, ecco il difensore: affare da 45 milioni

Manca sempre un difensore, che magari sappia giocare anche sulla fascia, nella lista dei desiderata di Allegri: ecco il colpo da 45 milioni

Dopo un’intera estate passata a parlare della necessità – non prioritaria però, soprattutto rispetto ai colpi dalla metàcampo in su – di puntellare la difesa con un nuovo terzino sinistro, la Juve ha iniziato la stagione con gli stessi interpreti sulla corsia: Alex Sandro titolare, Mattia de Sciglio all’occorrenza sarà il suo vice. Le strategie di mercato, sconvolte dall’infortunio di Paul Pogba, hanno causato l’abbandono delle piste battute fino a quel momento: da Renan Lodi a Grimaldo passando per Tagliafico.

Massimiliano Allegri in conferenza stampa
Massimiliano Allegri © LaPresse

Ora che le acque del frenetico mercarto estivo di sono chetate, è il momento di riprendere l’agenda e di verificare quali obirttivi siano ancora raggiungibili. E quali altri possono aggiungersi alla lista dei candidati per l’out mancino. Il nome nuovo è un talento portoghese che gioca nello Sporting CP. Classe 2001, scadenza di contratto nel 2026, il giovane prospetto ha fatto l’intera trafila delle Giovanili nel club biancoverde. La sua valutazione di mercato si aggira intorno ai 23 milioni, ma il club lusitano intende chiederne circa il doppio.

Juve, Gustavo Inacio è il nome nuovo per la fascia sinistra

Alex Sandro in azione
Alex Sandro © LaPresse

Appurato che Alex Sandro non fornisce ormai adeguate garanzie al tecnico, lo stesso allenatore starebbe bussando alle porte della dirigenza per un investimento importante sulla fascia sinistra. Gustavo Inacio, il giovane gioiello dello Sporting,  è il nuovo ambizioso obiettivo del club bianconero. Come accennato, il club di Lisbona non intende accontentarsi di meno di 45 milioni per il suo giocatore. La Juve deve fare una scelta, condizionata però dalla resa dei nuovi acquisti negli altri reaprti.

Se i vari Milik, Paredes, Di Maria e Kostic risponderanno alle attese, non ci sarà da intervenire sul centrocampo e sull’attacco. A quel punto le risorse potrebbero essere verosimilmente destinate alla difesa. Se invece lo staff tecnico non dovesse essere soddisfatto del rendimento dei già citati nuovi acquisti, allora sarebbe ancora possibile l’ennesima mini rivoluzione in attacco o sulla mediana. Con buona pace di chi chiede da tempo un intervento di mercato sulla fascia sinistra.