Calciomercato Juventus: il punto sulla situazione-Krasic

TORINO – Adesso tocca a Krasic metterci la faccia. Il giocatore ser­bo del Cska, se davvero vuole la Juventus come ha detto da molte settimane, deve uscire allo scoper­to e pretendere che il suo club chiuda in fretta l’operazione con la società bianconera. Tutto il resto sono chiacchiere. Marotta è torna­to da Mosca giovedì notte demora­lizzato per il gioco al rialzo dei russi che all’improvviso, quando la trattativa sembrava chiusa e ri­dotta alle discussioni sulle solite commissioni, hanno preteso 18 mi­lioni per Krasic anzichè i 15 con i quali era stata avviata l’operazio­ne. Un gioco al rialzo che il Cska ha giustificato con nuove richieste, ma Marotta non ha accettato aste, è stato piuttosto du­ro con il suo collega Roman Baba­ev e ha lasciato Mosca in poche ore.

 La Juve è ferma sul­le sue posizioni; circa 13 milioni più le commissioni internazionali che portano il totale a una quindi­cina di milioni. Ora tocca a Krasic fare pressioni sul Cska e alla so­cietà russa tornare sui suoi passi. Ha spiegato il nuovo dg bianconero: «Noi siano arrivati per primi su Krasic ma delle volte non basta neanche que­sto. Il calcio è così. Di sicuro la Ju­ve non partecipa alle aste quindi delle due l’una: o il Cska accetta quanto concordato o noi ci ritiria­mo dalla trattativa». La Juve aspetterà ancora qualche giorno per Krasic, diciamo sino all’inizio della prossima settimana. Poi pas­serà oltre. Obiettivi: David Silva (ma c’è l’Inter), Joaquin, Robben, Maggio e Martinez del Catania, per cui la Lazio resta in pole.

Considerando quanto letto stamattina, però, sembra che il biondo centrocampista serbo si stia già muovendo in tal senso…

CLICCA QUI per leggere le ultime dichiarazioni di Krasic

(Fonte ‘Corriere dello Sport’)

Luca Brivio – www.calciomercatonews.com