Sconcerti difende Conte: E’ un nuovo innocente, troppa attenzione su di lui rispetto ad altri, chi ruba è ladro per sempre?

SCONCERTI CONTE – Il noto editorialista del Corriere della Sera, Mario Sconcerti, scrivendo sul proprio blog personale losconcertoquotidiano, è tornato a parlare di Antonio Conte e della sua “condanna”, esponendo la propria teoria: “Mi è capitato di essere duramente contestato durante la mia trasmissione su Sky domenica sera per aver detto che Conte è un “nuovo innocente”, nel senso che è stato condannato ma ha scontato per intero la sua pena. Quindi è tornato innocente. Mi è stato detto che non è così. Chi ha rubato resta sempre un ladro. Io sono del parere che è stato dato troppo risalto alla pena di Conte rispetto a quella di molti altri condannati. Anche per questo ho continuato a dire che la pena di Conte finiva nei giorni in cui finiva la pena di Portanova, capitano del Bologna di cui nessuno ha mai parlato. Però credo nel giudizio, nella pena e nell’espiazione che procura. Se ho chiesto soldi e li ho restituiti, non c’è più debito. Sembra che nel calcio non sia così. Spero di aver capito male, perchè in caso contrario sarebbe a mio avviso molto grave. Lo chiedo dunque a voi, qual è la giustizia popolare? Conte è di nuovo innocente avendo pagato, o continua ad aver qualcosa che non funziona? In questo caso, che cosa e in base a quale ragionamento?”.

La redazione di Calciomercatonews.com