Calciomercato Milan, gli obiettivi per gennaio sono delineati, Balotelli? Dipenderà da… La parola all’Esperto

 

ESPERTO MERCATO – Ben ritrovati con un nuovo appuntamento con il nostro esperto di mercato che risponderà alle domande che avete postato. Prima di tutto vi ricordo di divenire fan della pagina personale su Facebook, cliccando qui, da questa pagina è anche possibile postare la domande da rivolgere all’esperto.

 

Salve esperto grazie per la risposta, riguardo il difensore concordo con lei un centrale deve partire e tra Zapata ed Acerbi, essendo il colombiano in ripresa è giusto che parta Acerbi che nonostante qualche lieve miglioramento ha grandi amnesie, poca reattività e spesso si palesa la sua scarsa esperienza! Mi chiedo come abbia fatto Galliani a designarlo come sostituto di Nesta quando ha fatto mezza stagione discreta al Chievo in A e mezza in B con la Reggina? Detto questo Chiriches costa almeno 10 mln e non credo che a gennaio il Milan spenda tutti questi soldi per lui! Credo più probabile l’opzione Lisandro Lopez che onestamente a me piace di pù perchè molto forte di testa, grande marcatore che al Milan manca, soprannominato il nuovo Samuel e bravo ad uscire palla al piede! Dalle notizie che leggo sembra il più vicino che mi dice sul giocatore e su un eventuale operazione? Il centrocampo ora con l’infortunio di De Jong è un incognita! Muntari, Ambro e Strasser potrebbero teoricamente colmare il gap come ha detto Galliani mentre un alternativa a Montolivo non c’è e sia ieri che in Champions l’assenza di qualità a centrocampo si è sentita, per cui io opterei ancora per una mezz’ala che sappia giocare anche al centro alla Pirlo! Non credo a Strootman più probabile un olandese come De Jong o Clasie o altro, lei che mi sa dire?Attacco per il discorso Robinho io non escludo la sua partenza a priori, dico solo che sul mercato a gennaio la società non abbia tempo, risorse ed alternative per sostituirlo!! Poi se parte amen, ma sarebbe ulteriore perdita di competitività della squadra che sta trovando ora un equilibrio ed un gioco in cui Binho svolge un ruolo fondamentale non crede? Di certo non sarebbe Mugni il sostituto ideale! Sarà anche un trequartista ma se esperti e video dicono che è una versione un pò più rapida di Riquelme onestamente al Milan non serve! Al Milan serve un giocatore come Robinho, Kakà, Ribery etc, uno che salta l’uomo e vada via in velocità e soprattutto un giocatore pronto, per cui spero non arrivi! Spero anzi che si concretizzi a giugno lo scambio con F.Anderson che stando alle parole di Serginho interessa molto al Milan e che per me è anche più adatto a giocare nel nuovo 4-3-3 al posto di Binho! Concludo con Pato e Pazzinie, attualmente ne l’uno ne l’altro convincono Allegri spero su questo saremo daccordo! Pazzini nel nuovo modulo è un pesce fuor’acqua, il Milan gioca palla a terra e lui ne risente così come la squadra! Secondo me per far arrivare Balotelli uno dei due dovrebbe partire ma non credo sia Pato ma nello stato in cui si trova nessuno lo compra ed il prestito pare un’opzione scartata dalla società! Resta l’interesse conclamato per il Pazzo della Fiorentina e di altre società ed a quel punto uno scambio con Pazzini tutti lo farebbero! Rimarrebbe un vuoto in Champions che il Milan potrebbe comunque colmare con Pato e magari inserendo in lista Niang! Una cosa è certa, se arriva Balotelli il Milan non avrebbe le risorse per comprare il sotituto di Robinho non crede? Saluti Francesco.

 

Caro Francesco ben ritrovato, il Milan puntava molto sulle potenzialità di Acerbi e onestamente io credo che l’analisi della dirigenza non sia del tutto sbagliata, il giocatore ha potenzialità importanti ma lo vedo ancora troppo acerbo e non ancora pronto per certi livelli. Con il giusto lavoro e la giusta esperienza maturata sul campo potrebbe rivelarsi un giocatore importante per il futuro, forse neanche troppo lontano. Su Lisandro Lopez posso dire poco, nel senso che le caratteristiche sembrano quelle giuste, ma poi il vero esame è giocare qui in Europa, in campionati diversi dove si gioca un calcio diverso e ci sono molte più pressioni. Da quanto ho potuto vedere comunque il giocatore sembra essere molto interessante e con potenzialità notevoli, anche se onestamente, non mi risultano movimenti concreti del Milan in questa direzione, c’è solo un interessamento ma nessuna accelerazione nella trattativa anche se il club resta vigile. La pista Chiriches comunque non è affatto sfumata, e il Milan potrebbe dare l’assalto al forte centrale nelle prossime settimane, che a mio avviso potrebbe lasciare il proprio club di appartenenza ad una cifra inferiore ai 10 milioni da te citati. A centrocampo il Milan sta monitorando la situazione, Muntari non è nella lista dei 25 per la Coppa d’Africa e di conseguenza dovrebbe restare a Milano, la sua permanenza e quella di Strasser (per il quale Galliani ha fermato ogni trattativa in uscita) dovrebbero, assieme ad Ambrosini, dovrebbero colmare la lacuna. Passi avanti da segnalare in questi giorni di mercato per altri obiettivi del centrocampo non ce ne sono se non per la pista Kucka, sulla quale mi risulta che il Milan stia facendo più di un pensierino qualora dovesse riuscire a Piazzare sia Flamini che Traorè. Riguardo l’attacco come detto la permanenza di Robinho è molto probabile anche perchè il Santos non sembra essere nelle condizioni economiche di poter formulare un offerta importante come invece vorrebbe il Milan per privarsi del brasiliano, non credo comunque che il suo sostituto possa essere Mugni che era più adatto ad un 4-2-3-1 che ad un vero e proprio 4-3-3. Riguardo l’ipotesi Balotelli continuo a sostenere che a livello di ingaggi mantenere sia Robinho, che Pato, che El Shaarawy, che lo stesso Balotelli sia difficile per il Milan, per cui credo che la cessione per fare spazio ad un eventuale acquisto di Balotelli debba essere più consistente. Cedere Pazzini potrebbe essere al massimo una soluzione provvisoria fino a giugno, data in cui il Milan si priverebbe assolutamente di uno tra Pato e Robinho, ma anche questa ipotesi mi sembra attualmente di difficile realizzazione, anche se un piccolo margine c’è. Scordati comunque che da giugno in poi il Milan possa sostenere ingaggi del calibro di Robinho, Pato, Balotelli, ed El Shaarawy ( che a gennaio firmerà un nuovo rinnovo fino al 2018) tutti insieme.

 

Salve esperto riguardo l’attaco volevo soffermarmi con lei su alcune situazioni! Robinho ho letto recentemente in interviste di operatori di mercato brasiliani che il Santos non ha il cash per pagare il cartellino! Mi spiega come lo dovrebbero comprare se hanno a mala pena i soldi per pagargli lo stipendio?Magari il giocatore vorrebbe anche andare ma se il Milan ha pagato il cartellino 18 più 3 di bonus per 4 anni quindi ha ammortizzato solo 10 mln il che significa che teoricamente secondo i media Galliani dovrebbe regalare un titolare praticamente a 0 e inscrivere in bilancio una minus valenza? Riguardo Pato se come tutti dicono il giocatore non ha mercato ed il prestito in Brasile pare un opzione non praticabile dalla società sia perchè non avrebbero soldi per riscattarlo sia perchè magari non è un campionato adeguato a valutarne la ripresa! Rimane un prestito in Europa allora le chiedo chi punta sul papero regalandogli 4 mln? E poi le chiedo se Agnelli ha aspettato il suo godot Del Piero 2 anni dopo il tragico infortunio quando tutti gli dicevano di cederlo perchè Berlusconi non dovrebbe dare fiducia a Pato almeno fino a giugno avendo puntato forte sul giocatore a luglio? Dovrebbe cederlo solo perchè ha giocato con insufficienza ma segnando nelle uniche 2 partite in cui ha giocato più di 45 minuti? Discorso Balotelli, se Pazzini va via secondo me Balo può arrivare, sia perchè il Milan si sgrava del suo stipendio, 2.7 mln, sia perchè a giugno Robinho dovrebbe partire, sia perchè come per Tevez il Milan dovrebbe corrispondere a Balo fino a giugno solo meta del suo stipendio che al lordo dovrebbe esser sui 4-5 mln che guarda caso sono la metà dei soldi che Galliani voleva dare a Kakà! Secondo me l’unico problema è il costo del cartellino, la richiesta di 30-35 mln è inaccettabile e la voglia di Raiola di bloccarne il trasferimento per gudagnarci di più in futuro! Ma in ambienti vicini al giocatore si dice che lui a Manchester non ci voglia più stare e che voglia giocare con El Shaarawy ed i giovani nel Milan! Io credo che fino a febbraio con la dovuta diplomazia di Galliani potrebbe ridurre le pretese anche perchè di Balotelli ora conta solo il potenziale perchè sul campo il rendimento è scadente e non arriverebbe neanche ai 25 mln pagati a Moratti non crede? A che pro gli sceicchi dovrebbero trattenerlo? Saluti.

 

Riguardo la situazione Robinho ho già specificato sopra che le situazioni attuali del Santos non permettono al club di formulare un offerta adeguata per il trasferimento del giocatore e con ogni probabilità il club proverà un nuovo assalto a giugno. Nei giorni scorsi è stata pervenuta al Milan un offerta di poco inferiore ai 6 milioni (5,7 nello specifico) che il Milan ha rimandato al mittente. Riguardo Pato io non dico che il Milan debba venderlo per forza, ho semplicemente detto che se al Milan dovesse arrivare un offerta simile e quella della scorsa stagione la dirigenza non ci penserebbe due volte a cederlo. Ovviamente se le offerte non dovessero arrivare o non fossero adeguate il Milan lo tratterrebbe almeno fino a giugno. Il paragone con Del Piero purtroppo non regge, Del Piero è sempre stato un giocatore integro che poi ha subito un grave infortunio che lo ha portato ad un lungo stop, Pato a differenza di Alex si è sempre dimostrato fragile dal punto di vista muscolare, di solito atleti con questi problemi se li portano dietro per tutta la carriera, infortunandosi spesso e non riuscendo mai a rendere al 100% del proprio potenziale. Pato in cinque stagioni che è in italia non è ancora riuscito a portare a termine una stagione senza subire infortuni di natura muscolare non indifferenti. Sull’ipotesi Balotelli ho già risposto sopra, la cessione di Pazzini potrebbe eventualmente essere una soluzione solo fino a giugno, poi qualcun’altro tra Pato e Robinho dovrebbe partire, ma credo che anche così per il Milan sarebbe difficilmente sostenibile in termini di ingaggio. Tieni conto poi che il Milan non avrebbe l’assoluta certezza di riuscire a vendere la prossima estate uno dei due sopra citati, nel caso di Pato dipenderà cosa riuscirà a fare il papero in questi mesi (altrimenti credo saranno poche le squadre pronte ad investire su di lui) per Robinho bisognerà valutare se le offerte che arriveranno saranno adeguate. Infatti di club interessati a Robinho in Brasile ce ne sono diversi, non solo il Santos, ma l’unica offerta concreta pervenuta al Milan fino a questo momento è stata del Santos che ha offerto una cifra inferiore ai 6 milioni, decisamente pochi per un club che non vuole svendere un giocatore importante.

 

Avete domande e curiosità di mercato alle quali vorreste avere una risposta? Postate le vostre domande nella pagina personale di Facebook che trovate ad inizio articolo, vi risponderà il nostro esperto. Cosa aspettate?

 

Un abbraccio dal vostro esperto di mercato.