Home Archivio articoli Sentenza Disciplinare Napoli in arrivo: -2 in classifica e 6 mesi a...

Sentenza Disciplinare Napoli in arrivo: -2 in classifica e 6 mesi a Grava e Cannavaro

CONDIVIDI

 

 

SENTENZA NAPOLI IN ARRIVO – Dopo la bruciante sconfitta casalinga contro il Bologna che porta a -8 punti il distacco del Napoli dalla capolista Juventus oggi la distanza potrebbe ulteriormente aumentare. Infatti, come riporta La Gazzetta dello Sport, molto probabilmente nel pomeriggio, la Disciplinare renderà ufficiale la sua decisione: due punti di penalizzazione in classifica e sei mesi ciascuno di squalifica per Paolo Cannavaro e Gianluca Grava per la presunta combine di Sampdoria-Napoli. Già ieri sera il presidente Sergio Artico da Torino ha provveduto a far recapitare alla segreteria il testo definitivo. Le richieste del Procuratore Federale Stefano Palazzi sono state quindi messe in discussione dalla Disciplinare. Una richiesta quella di Palazzi (il «solo punto di penalizzazione» per il Napoli) che non ha basi giuridiche. Anche se nel tempo la responsabilità oggettiva si è modificata, in questo caso e nello stesso procedimento, Palazzi, secondo la Disciplinare, ha usato due pesi e due misure per il Napoli e il Portogruaro. La Disciplinare ha dovuto porre rimedio: due punti di penalizzazione a entrambe le società. Ridimensionata la squalifica di Cannavaro e Grava: se la base di partenza è sempre stata di sei mesi (e Palazzi ha largheggiato al ribasso di recente in diversi casi) non si capiva il perché dei nove mesi, senza che ci fossero aggravanti particolari. Secondo la Disciplinare, invece, Matteo Gianello, l’ex terzo portiere del Napoli, è reo confesso, ma non ha fornito nessuna collaborazione e «il non aver negato» (come sottolineava Palazzi) non può essere ritenuta una collaborazione: le intercettazioni e il verbale del poliziotto al seguito del Napoli lo incastravano ed era impossibile negare. Tre anni e tre mesi per lui dopo che il patteggiamento è saltato. In appello il suo legale Eduardo Chiacchio tornerà a giocare la carta dell’articolo 1 del codice di giustizia sportiva (slealtà sportiva) nel tentativo di contenere i danni anche per il Napoli.

 

Giacomo Novara – www.calciomercatonews.com