Juventus, esclusiva Chirico: “Pareggio sciocco, ora passare è complicato. Con il Milan siamo favoriti e su Llorente dico…”

Juventus defender Paolo De Ceglie (3rd L

 

ESCLUSIVA JUVENTUS – La redazione di Calciomercatonews.com ha contattato in esclusiva Marcello Chirico, noto opinionista e grande tifoso bianconero, che ha parlato dell’attuale momento della Juventus e non solo.

 

Ieri sera la Juventus non si è spinta oltre al pareggio in casa contro il Galatasaray, che partita è stata?

 

“Una partita brutta, lo definirei un pareggio sciocco, ho visto una squadra molle il primo tempo, nel secondo molto meglio ma dopo la grande fatica per rimontare farsi fare il 2 a 2 subito è da sciocchi e noi lo siamo stati. Abbiamo regalato un tempo, non vorrei che alcuni giocatori avessero la pancia piena, sarebbe un problema.”

 

Ora il girone si complica, è ancora fiducioso per il passaggio del turno o un po’ di timore c’è?

 

“Beh un po’ di timore sicuramente c’è, ora è difficile, dovremmo provare a raccogliere punti con il Real Madrid e non sarà facile. Ovviamente ci credo ancora nel passaggio del turno, ma è sicuramente complicato per come si son messe le cose. Con la mentalità avuta ieri non si vincono le Champions.”

 

Intorno alla metà di agosto lei si era detto fiducioso sull’acquisto di un nuovo esterno e di un altro attaccante che però alla fine non sono arrivati. Questo ha complicato i piani di Conte?

 

“Sicuramente si, siamo uno squadra che giochiamo nello stesso modo da due anni e ormai molte squadre stanno prendendo contromisure, ma per gli uomini che abbiamo siamo schiavi del 3-5-2. Un altro attaccante e un esterno servivano, forse la società ha sottovalutato la situazione di Pepe che sembrava quasi recuperato. Il mercato resta comunque un mercato sufficiente ma qualcosa di più andava fatto.”

 

Uno degli acquisti più discussi è Llorente, per alcuni è ancora troppo presto per giudicare, per altri è già una scommessa persa. Lei da che parte sta?

 

“A mio avviso Llorente è un buon giocatore, non un top player, ma comunque un buon giocatore. Più che altro non so quanto possa piacere a Conte un giocatore con quelle caratteristiche in un 3-5-2, a mio avviso il piano iniziale era quello di schierarlo in un tridente, ma non avendo i giocatori giusti davanti non si gioca a tre.”

 

Domenica sera la Juventus ospiterà il Milan, la partita di ieri può influire anche in qualche modo sulla partita con i rossoneri?

 

“Beh, spero che non ci sia il contraccolpo psicologico, ma oltre a quello ieri abbiamo perso Vucinic e forse Lichstainer, due assenze che potrebbero pesare non poco. Detto questo io penso che il Milan sia una squadra molto sopravvalutata, una squadra fortunata che ha già raccolto più punti di quelli che merita, per cui se tutto va secondo i piani dovremmo vincere. Inoltre a loro manca Balotelli che è tutta la squadra. Comunque ogni partita fa storia a se e non mi fido del Milan.

 

Enrico M. Andreani – www.calciomercatonews.com