Il Timeout e più sostituzioni: c’è l’ok di Capello e Guardiola

guardiola

TIMEOUT SOSTITUZIONI GUARDIOLA CAPELLO – Cesare Prandelli ha chiesto l’introduzione del timeout ai prossimi Mondiali. E ieri a Dubai, durante la premiazione per il miglior tecnico dell’anno, alla richiesta del C.T. Azzurro si sono uniti anche Fabio Capello, Antonio Conte e Pep Guardiola.

Guardiola ha un chiodo fisso in testa: “A me piacerebbe poter fare più sostituzioni e avere più giocatori in panchina per avere maggiori possibilità e gestire meglio la squadra. Con le rose ampie che già abbiamo sarebbe un modo per far giocare di più tutti, tenendoli alla lunga anche più riposati”.

Anche Capello si unisce alla ricerca del tecnico spagnolo e aggiunge: “È bene che il timeout sia già applicato in Brasile dove il tema del caldo condizionerà tutti. Io credo però che sia giusto applicarlo stabilmente. Non a caso in Russia quando fa molto caldo a metà di ciascun tempo si fa un minuto di intervallo per permettere ai giocatori di rifocillarsi. E non ci sono perdite di tempo: sinora la sosta massima è stata di 1’ e 12”. Peraltro può anche essere occasione per il marketing verso il pubblico”.

Il tecnico della Russia, inoltre, ha anche un’altra idea: “Io credo, però, che sia importante puntare a un’altra innovazione: il tempo effettivo delle partite. Va considerato infatti che ormai i gol nei minuti di recupero sono sempre più preziosi e tutte le squadre dovrebbero concludere il campionato con gli stessi minuti giocati”.

A dire la sua per ultimo sull’argomento è Antonio Conte: “Io vado sul pratico: per me è necessaria una sosta per tempo della durata di un minuto. In questa maniera non solo i giocatori hanno l’opportunità di rinfrescarsi, soprattutto in condizioni climatiche avverse. Ma può diventare un prezioso aiuto – dice l’allenatore della Juventus – per noi tecnici, visto che spesso abbiamo difficoltà di dialogo con i nostri giocatori in campo”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com