Home Archivio articoli Calciomercato Lazio, Pino assicura: ‘Keità è il futuro della società’

Calciomercato Lazio, Pino assicura: ‘Keità è il futuro della società’

CONDIVIDI

SS Lazio v SSC Napoli - Serie A
LAZIO KEITA CALCIOMERCATO- Intervistato da TuttoMercatoWeb.com l’agente Fifa Letterio Pino, che insieme a Ulisse Savini gestisce Keita e Diakitè.

Partiamo da Keita, un giocatore dal grande futuro. E’ un punto fermo della Lazio ormai…
“E’ un giocatore dall’enorme potenzialità, lo sta dimostrando e colpisce la sua umiltà nel provare sempre a migliorare. Lavorare alla Lazio conta tanto, allenarsi con gente come Klose o prima Hernanes vuol dire molto. Reja è un allenatore d’altri tempi, è in grado di gestire gli alti e i bassi del giocatore. Anche l’esperienza europea è servita per crescere, misurarsi con altri giovani che fanno parte di altri contesti aiuta parecchio”.

La Lazio punta forte su di lui?

“Credo che la Lazio abbia 3 o 4 giocatori chiave sulla quale punterà molto per il futuro, è la politica di Tare e Lotito”.

Capitolo Pegolo, spesso sottovalutato ma in campo dimostra di essere molto affidabile…

“Lui non è un personaggio mediatico, fa fatica a spiccare all’occhio dei media poi forse c’è il discorso dei centimetri che apparentemente gli mancano per essere considerato dalle big, ma ha dimostrato che in serie A può starci più che bene. Sassuolo? Si sta ottimamente, a prescindere che la squadra vada bene o male. In società dal presidente all’ultimo magazziniere ti trattano meravigliosamente e questo aiuta mentalmente anche i giocatori”.

Come si sta trovando Diakitè a Firenze?
“Si trova benissimo, sia con Montella che con la società e compagni. La Fiorentina ha lavorato bene con Macia e Pradè, hanno allestito una bellissima squadra, è una realtà importante. Arrivare a giocarsi traguardi come la finale di Coppa Italia, oppure Europa League e un posto in Champions vuol dire aver programmato bene. Diakitè si trova benissimo, percepisce tutto l’affetto della città. E’ in prestito e senza diritto di riscatto, a giugno poi si vedrà”.