Home Archivio articoli Nazionale, De Rossi sta con Balotelli: ‘E’ un bonaccione’

Nazionale, De Rossi sta con Balotelli: ‘E’ un bonaccione’

CONDIVIDI

de rossi

NAZIONALE DE ROSSI – E’ stata una stagione straordinaria per Daniele De Rossi che, dopo aver riconquistato la Roma e il popolo giallorosso, mira ad essere uno dei protagonisti assoluti dei Mondiali del Brasile. Tra i 23 uomini che Prandelli sceglierà il 2 giugno, De Rossi ci sarà sicuramente, pronto a prendere per mano la Nazionale e a guidarla come ha fatto in questi mesi con la Roma. Daniele De Rossi è ormai diventato un leader vero e da leader parla rispondendo alle domande della Gazzetta dello Sport in una lunga intervista in cui parla delle sensazione che si provano alla vigilia di un Mondiale, dei compagni di squadra e di Mario Balotelli.

DE ROSSI: LA COPPA DEL MONDO, GLI AVVERSARI E BALOTELLI

De Rossi parte dai ricordi della vittoria ai Mondiali 2006: “È incredibile, una sensazione che non puoi capire finché non la provi. E poi negli anni non svanisce mai. Io poi ho pure avuto la fortuna di assaporarla da giovane”.

Con la testa già in Brasile, De Rossi pensa positivo vedendo l’Italia in semifinale insieme a squadre blasonate: “Penso di sì, non credo che in semifinale incontreremo nazionali differenti da Brasile, Germania, Argentina o Spagna”.

Su Balotelli: “Spesso mi fanno questa domanda. Andrebbe conosciuto per giudicarlo, e io lo conosco. Anche per colpa sua non passa sotto traccia, ma lui è un buono. Ho conosciuto tanti giocatori egoisti, lui invece è un bonaccione”.

I talenti di questo Mondiale: “Sono quei sei-sette di classe eccelsa, penso a Messi e Neymar, però ci saranno rivelazioni come sempre. Comunque giocatori come Pirlo, Ozil e Iniesta tireranno fuori quel qualcosa in più che loro posseggono”.

L’avversario più forte che abbia mai incontrato: “Iniesta e Xavi. Ai Mondiali non ho mai giocato contro Messi e neanche contro Cristiano Ronaldo: magari avrò occasione quest’anno di affrontare questi mostri”.

Il momento più emozionante dei suo Mondiali a Berlino 2006: “Io ho avuto la fortuna di tirare un rigore in finale e poi abbiamo alzato la Coppa dopo dieci minuti. Tutti i momenti che mi vengono in mente sono legati a quella serata”.

Anticipazioni, indiscrezioni e rumors di mercato: segui CMNews.com su Twitter per non perderti nulla!

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com