Leonardo a 360° gradi: ‘Al Milan mi portò Galliani: non potevo dirgli di no. Su Moratti…’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:25
CONDIVIDI

Leonardo

Ai microfoni di Gazzetta TV, si racconta Leonardo: un passato strabiliante da giocatore tra la nazionale brasiliana ed i colori di Flamengo, Sao Paulo, Valencia, PSG e Milan. Appesi gli scarpini al chiodo, Leonardo si dimostra essere un profondo conoscitore di calcio, rivestendo il ruolo di osservatore, allenatore e direttore sportivo.

Proprio a proposito delle esperienze sulle panchine di Milan ed Inter, Leonardo racconta: “Milan e Inter? Due esperienze meravigliose. A portarmi al Milan fu Galliani: mi disse che non potevo dirgli di no. La chiamata di Moratti – prosegue Leonardo – mi sorprese: adoro Moratti. Ogni nostro incontro era un motivo per esprimere il rispetto reciproco. In modo scherzoso mi chiese se fossi pronto: non avevo mai pensato ad un ruolo all’Inter. Era un’opportunità di vivere qualcosa di forte, come è stato. Ho lasciato l’Inter per il Paris Saint-Germain – rivela il brasiliano – non per soldi: la mia scelta è stata legata ad altri fattori. All’Inter stavo benissimo, si sapeva che era un momento di transizione“.

Leonardo, inoltre, esprime un parere sullo sviluppo di Neymar: “Il Santos chiese 25 milioni da subito. Kakà fu preso a 7 milioni, 25 per Neymar alla quarta presenza da professionista erano un forte rischio. Aveva bisogno di passare per determinate situazioni prima di arrivare al Barcelona: prima era sè stesso, si soddisfava con un tunnel o un dribbling, non era mai in piedi. Oggi è un giocatore completo“.

Matteo M. Munno – calciomercatonews.com