Calciomercato Inter, Ince racconta: ‘Ho rifiutato i nerazzurri, non volevano vincere’

FBL-ITA-SERIEA-INTER-ATALANTA

Era stato uno dei primi obiettivi puntati da Erick Thohir e Piero Ausilio ad inizio mercato, poi, per circostanze che fino a poche ore fa sembravano essere inspiegabili, il colpo era saltato: Tom Ince, ala britannica, figlio dell’ex nerazzurro Paul Ince, attuale calciatore del Derby County, ha raccontato a Sky Sports il perché del passaggio sfumato ai nerazzurri. La mancanza di ambizioni nerazzurra, a sentire il calciatore inglese, ha spinto l’affare verso il crollo: “Sono andato a San Siro, un luogo pieno di storia che mi ha riportato alla mente vecchi ricordi legati a mio padre. Ho parlato con la dirigenza dell’Inter, ma dal modo in cui parlavano ho ricavato l’impressione che non volessero più tornare a competere per i livelli più alti, che avrebbero vissuto un periodo di ridimensionamento. Ed essendo giovane, non volevo nulla di tutto ciò. Volevo la Premier League, per l’interesse che suscita e per il profilo del torneo. Steve Bruce mi ha detto che potevo avere un po’ di spazio e allora ho iniziato a concentrarmi solo sulla Premier”. Certo che, vista l’attuale classifica nerazzurra e, soprattutto vista la collocazione del Derby County, da diversi anni stabilmente in Championship (Serie B inglese), la sensazione che Ince abbia fatto un’uscita a vuoto è davvero tangibile…