Home Esclusive ESCLUSIVA Calciomercato Milan: un italiano per il dopo Diego Lopez

ESCLUSIVA Calciomercato Milan: un italiano per il dopo Diego Lopez

CONDIVIDI

diegolopezcmn

Ad inizio stagione una delle poche certezze del Milan era sicuramente Diego Lopez, portiere rossonero che lo scorso anno ha mostrato qualità da grande portiere e da leader. Quest’anno le cose sono cambiate perché Diego Lopez non sembra essere il portiere visto negli anni scorsi. Il tecnico del Milan Sinisa Mihajlovic è tentato dal cambio in porta con l’inserimento del giovanissimo Donnarumma che ha mostrato qualità importanti ma ha pur sempre 17 anni. Il Milan sta già pensando al dopo Diego Lopez per questo ha iniziato la propria ricerca in vista del prossimo calciomercato estivo. Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Calciomercatonews.com, nel mirino del Milan ci sarebbe Marco Sportiello, estremo difensore dell’Atalanta, classe ’92, autore di una stagione eccezionale con la maglia dei bergamaschi. Ormai titolare da due anni, Sportiello sta mostrando una continuità di rendimento da grande portiere ed è chiaro che le attenzioni dei club più importanti sono aumentate. Sportiello ha un contratto con l’Atalanta fino al 2019, la società orobica è molto brava a coltivare i talenti in casa per poi cederli ad un prezzo importante. Attualmente il valore di Sportiello è di circa 7 milioni di euro, cifra che a fine anno avrà sicuramente superato i 10 milioni di euro. Il Milan sa bene che occorrerà fare un investimento importante per regalare al tecnico un portiere di livello e soprattutto giovane. E Sportiello viene visto come uno dei migliori talenti del calcio italiano tra i possibili eredi di Buffon in Nazionale. Inoltre l’ingaggio dell’estremo difensore atalantino è ampiamente alla portata del Milan che potrebbe offrire al giocatore un robusto ritocco. Su Sportiello però c’è l’interesse di molti club stranieri, in estate Ajax e Stoke City hanno provato a convincere l’Atalanta a cedere il calciatore senza però trovare l’ok da parte della società del presidente Antonio Percassi.

Samuele Roccati