Roma, Baldissoni: ‘Match imbarazzante quello di Barcellona. Futuro Garcia? E’ assurdo…’

garcia

Il direttore generale della Roma Mauro Baldissoni ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘Roma Radio’ in cui ha fatto il punto sulla squadra giallorossa e sul futuro di Rudi Garcia. Ecco le sue dichiarazioni:

SUL MATCH DI BARCELLONA – “Condivido la tristezza e la rabbia, non la depressione. Siamo molto dispiaciuti, abbiamo provato imbarazzo. La partita di Barcellona può essere definita solo in questo modo: imbarazzante. Dobbiamo chiedere scusa ai tifosi, sono stati loro a tenere alta la bandiera della Roma al Camp Nou, la squadra non ci è riuscita”.

GLI OBIETTIVI  – “Questa squadra continua ad avere cadute inattese, non è ancora terminato il processo di maturazione. Non dimentichiamo questa sconfitta perché servirà ad evitare altre brutte figure. Ma abbiamo ancora tanti obiettivi e possiamo raggiungerli contando solo sulle nostre forze. La Roma ha avviato un progetto, un programma di miglioramento: siamo in grado di passare il turno in Champions come noi riteniamo sia possibile e possiamo giocarci il titolo in Italia fino alla fine”.

SUL FUTURO DI GARCIA – “Non c’è l’Apocalisse, non c’è l’ultima spiaggia. Dobbiamo tornare in campo per raggiungere i nostri obiettivi, portando capacità tecniche ed emozionali che a Barcellona non abbiamo portato. In più, servirà voglia di rivalsa. Ripartire? Siamo già ripartiti, più arrabbiati e consapevoli di prima. Cambio in panchina? E’ assurdo dover ripetere sempre le stesse cose: allenatore e giocatori vengono valutati per i risultati, ma non da partita a partita. Ogni match non può far cambiare giudizio e portare a decisioni definitive. Alla luna, ciascuno sarà responsabile dei risultati da lui portati”.

SULLE PAROLE DI PALLOTTA – “Quando leggo virgolette attribuite ad una persona con cui non si è parlato rimango perplesso. Il presidente quando vuole parlare parla e anche in maniera chiara”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com