Milan, Berlusconi celebra i 30 anni: ‘Adesso vorrei una squadra tutta italiana’

CONDIVIDI
Berlusconi © Getty Images
Berlusconi © Getty Images

Giorno di festeggiamenti per Silvio Berlusconi che, per celebrare i suoi 30 anni di presidenza del Milan, si è recato in quel di Milanello per trovare la squadra ed ha tenuto una lunga conferenza stampa in cui sono stati toccati diversi interessanti temi. Questo un estratto con i passaggi più interessanti della chiacchierata con i giornalisti: “30 anni, siamo vecchi eh Adriano? Però abbiamo avuto coraggio da vendere quando abbiamo deciso il 1 luglio dell’87 quando abbiamo portato tutti a Pomerio in un ritiro di 2 giorni spirituale in cui ho detto dobbiamo vincere campionato, coppa dei campioni e intercontinentale l’anno successivo. Il programma per raggiungere questi traguardi è questo, compreso le proteine da non mangiare durante la partita. L’abbiamo fatto, è stato raggiunto il risultato previsto, e poi abbiamo intrapreso una carriera di tanti anni di successi con il bel gioco. Nel calcio come nella politica. Ci sono i cicli. Ora stiamo guardando avanti cercando di partire dai nostri giovani del vivaio. Ne abbiamo 6 in squadra. Ci piacerebbe mettere in campo una squadra totalmente italiana. Purtroppo ci sono dei problemi, perché per i tanti stranieri che ci sono sarà difficile da realizzare. Mr Bee? Ci siamo già dati tre scadenze: a luglio, a settembre e ora a inizio anno. A noi piace molto lui, perché ci ha presentato un piano di commercializzazione del marchio dove poter ricavare 100 milioni solo in Cina. Poi ci sono le altre nazioni”.