Juventus, attriti con Allegri: a giugno sarà addio?

Allegri
Allegri © Getty Images

I primi malesseri pubblici sono emersi nelle scorse ore, successivamente alla sconfitta subita nella Supercoppa di Doha. Senza sé e senza ma, Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha sgridato in pubblico i suoi uomini parlando con i dirigenti Marotta e Paratici. “Li prenderei a calci nel c***” il messaggio del tecnico livornese che con questo sfogo voleva colpire non solo i calciatori ma anche tutta la dirigenza, rea di un atteggiamento poco costruttivo a suo dire. Come riportato stamani dalla Gazzetta dello Sport sarebbero i primi segnali evidenti di un rapporto che pare ormai essersi logorato e che a fine stagione potrebbe portare ad un clamoroso divorzio. Allegri pare aver capito di aver dato tutto a questa società e preferirebbe tentare una nuova esperienza piuttosto che proseguire questo cammino in bianconero, giunto al capolinea. La Juventus, che da questa repentina decisione non vorrebbe fare cogliersi impreparata, starebbe già studiando una lista dei sostituti.

JUVENTUS: ADDIO ALLEGRI? ECCO I SOSTITUTI

Nel caso in cui l’allenatore toscano dovesse decidere di lasciare Vinovo, il nome in pole position per la sua sostituzione sarebbe quello di Paulo Sousa, tecnico della Fiorentina che a giugno lascerà certamente la Toscana. L’ex calciatore bianconero viene ritenuto il più pronto del lotto, considerato anche il suo glorioso passato da centrocampista della Juventus. A seguire i nomi caldi sarebbero quelli di Eusebio Di Francesco e Leonardo Jardim del Monaco, accompagnati da un’idea a dir poco clamorosa: il Cholo Simeone, in uscita dall’Atletico Madrid. I prossimi mesi saranno decisivi…