Auguri Alex Del Piero, 45 anni di emozioni bianconere e azzurre

Alessandro Del Piero compie 45 anni. Ripercorriamo i migliori momenti della carriera dell’ex capitano della Juventus, campione del Mondo nel 2006.

Alessandro Del Piero (Getty Images)

Dall’urlo di Dortmund alla lingua mostrata al Bernabeu. Non per sfottò, ma perché, come per Micheal Jordan, quello era il suo modo di esultare. Oggi, rivivere quelle immagini, crea sicuramente grandi emozioni. In primis per i tifosi della Juventus, poi per tutti gli amanti del calcio mondiale. Perché Alex Del Piero, che oggi compie 45 anni, ha saputo emozionare, conquistare e divertire milioni di tifosi italiani e non solo, strappando applausi a scena aperta come solo le grandi bandiere del passato hanno saputo fare.

Del Piero, 45 anni di trionfi

I numeri raccolti in carriera lo limitano. Dall’emozione incredibile del Mondiale conquistato nel 2006 con l’Italia, alla gioia di aver regalato alla Juventus, da grande protagonista, la sua ultima Coppa Intercontinentale, a Yokohama contro il River Plate nel 1996.

Per tutte le ultime notizie di giornata CLICCA QUI!

Alessandro Del Piero e Angelo Peruzzi (Getty Images)

Il suo destro a giro era un marchio di fabbrica, come lo divennero le giocate straordinarie che ogni domenica metteva in mostra sul campo da gioco. Dai lanci agli stop, a quei gol di tacco che tanto emozionavano il pubblico, come quello in finale di Champions, poi persa, contro il Borussia Dortmund. Sei gli scudetti conquistati con la Juventus, la squadra a cui è rimasto legato per (quasi) tutta la carriera, salvo l’esordio nel 1991 con il Padova e un finale tra Australia e India con le maglie di Sidney FC e Delhi Dynamos.

Alessandro Del Piero (Getty Images)

750 le partite giocate con la maglia della Juventus e 290 le reti segnate. Sei gli scudetti vinti, insieme a una Champions League, una Coppa Italia, una Coppa Intercontinentale, una Supercoppa Europea e quattro Supercoppe Italiane. Numeri super, a cui va aggiunto un ricordo non piacevole, quel campionato di Serie B vinto dopo Calciopoli, simbolo di amore per la maglia bianconera. Un periodo buio, a cui è seguita la rinascita con la vittoria del primo degli otto scudetti consecutivi vinti. E in quella fase di rinascita impossibile non ricordare la doppietta al Bernabeu e gli applausi strappati al pubblico di Madrid in una speciale notte di Champions del 5 novembre 2008.

Alessandro Del Piero (Getty Images)

Quella corsa in maglia oro e quella lingua mostrata due volte, in una delle migliori partite della carriera. Una delle emozioni più grandi, probabilmente, per Del Piero. Come le altre che abbiamo deciso di raccogliere in queste immagini: dalla vittoria in Coppa Intercontinentale con il suo gol decisivo, al grido di Dortmund, in quello che sicuramente è il più importante (insieme al rigore nella lotteria della finale) tra i 27 gol (quarto di sempre) realizzati con la maglia dell’Italia, in 91 partite giocate. Auguri Alex, che hai saputo regalare alla Juventus, all’Italia, al calcio, 45 anni di emozioni.

A.G.