Calciomercato Juventus, Sarri ‘boccia’ Paratici | Flop da oltre 150 milioni

La sconfitta in Supercoppa italiana ha evidenziato tutti i limiti strutturali della rosa della Juventus: quanti possibili addii in estate

De Ligt
De Ligt (Getty Images)

 

Il malumore è tanto in casa Juventus dopo la sconfitta in Supercoppa italiana contro la Lazio. Una prestazione sottotono per la compagine di Sarri, che dovrà fare i conti anche di numerosi giocatori scontenti lasciati in panchina nella sfida di domenica 22 dicembre. Tanti bianconeri non hanno preso parte, anche a sorpresa, della sfida contro i biancocelesti. Ed ora potrebbe esserci novità importanti per quanto riguarda il loro futuro.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, disastro senza fine | Un altro difensore ai saluti

Calciomercato Juventus, da De Ligt a Danilo: quanti flop!

Danilo Juventus
Danilo (Getty Images)

Dal centrale olandese De Ligt al terzino brasiliano Danilo passando per i due centrocampisti Rabiot e Ramsey, arrivati a parametro zero in estate ma che percepiscono un ingaggio altissimo. Anche lo stesso Gianluigi Buffon è tornato in panchina dopo il problema del portiere polacco Szczesny, titolare nella sfida di Supercoppa. Acquisti importantissimi arrivati in estate che non stanno rendendo al meglio nelle rotazioni di Sarri. Come l’ex difensore dell’Ajax, che il suo acquisto ha superato anche gli ottanta milioni di euro tra cartellino e commissione o il terzino brasiliano, ex Manchester City, valutato 37 milioni nello scambio con Cancelo. Soltanto il turco Demiral, a poco a poco, ha conquistato il suo posto da titolare al fianco di Bonucci a discapito proprio di De Ligt.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, futuro Vidal: parla il centrocampista cileno

Una situazione clamorosa che si è venuta a creare con più di 150 milioni di euro di ingaggi che si sono seduti ad assistere alla sfida contro la Lazio senza poter dare il loro apporto. Prima dello scorso anno con la conquista dell’Europa League alla guida del Chelsea, Sarri ha sempre lavorato con una rosa non ampia improntando la sua filosofia di gioco sulla base di 13-15 uomini. Ora alla Juventus il suo lavoro sta diventando più complicato proprio a causa di tanti calciatori in rosa, che non vengono impiegati con continuità dall’allenatore toscano.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>

Calciomercato Inter, Marotta vuole il Big in Serie A: cresce la concorrenza

Calciomercato Juventus, il bomber delude: a gennaio potrebbe partire

S.I.