Calciomercato Juventus, Beck: chiusura dell’Hoffenheim!

CALCIOMERCATO JUVENTUS HOFFENHEIM BECK / A proposito di messaggi.Quello di Jefferson Farfan alla Juve, lanciato attraverso le colonne di Tuttosport, lo potete leggere sopra ed ha il pregio di essere diretto e chiaro: «In estate lascerò lo Schalke e la Germania. Conto di trasferirmi in Spagna o in Italia e i bianconeri mi andrebbero benissimo». Quello lanciato invece tramite la Bild da Ernst Tanner, direttore sportivo dell’Hoffenheim, va invece interpretato: «Abbiamo un diritto di opzione che ci consente di allungare il contratto di Beck di una stagione (l’attuale accordo scadrebbe nel giugno del prossimo anno). Se vogliamo tenere Andreas, non potremo esimerci dall’esercitare questa opzione. Ne abbiamo già parlato lo scorso autunno, decidendo infine di rinviare tutto a questa primavera». Dal punto di vista cronologico le parole del dirigente tedesco seguono di 24 ore quelle di Arthur Beck, fratello e manager del capitano dell’Hoffenheim, il quale aveva dichiarato: «Stiamo trattando con la Juve». Botta e risposta, insomma. Il non detto, da parte di Tanner, sembra evidente. Il ds dell’Hoffenheim avvisa la Juve di avere un asso nella manica, tutto ciò per alzare la posta. E al contempo Tanner vuole mettere Beck nella condizione di prendersi le proprie responsabilità, infatti aggiunge: «Certo la volontà del giocatore conta. Ed è tempo di conoscerla». In effetti si tratta di una mera questione di soldi. La Juve l’accordo con Beck l’ha raggiunto da tempo, con l’Hoffenheim invece esiste ancora una forbice sensibile tra domanda e offerta. La Juve conta di acquistare Beck sulla base di 5-6 milioni, i tedeschi contano di realizzarne almeno 2-3 in più. Marotta e Paratici d’altronde sanno di potersi muovere da una posizione di forza, perché se l’Hoffenheim non dovesse cedere Beck in estate, si ritroverebbe a perderlo a parametro zero nel giro di un anno. O, alla meno peggio, a doverlo svendere nel prossimo mercato invernale. Ecco perché Tanner gioca la carta dell’opzione per il prolungamento di un ulteriore anno.Una mossa che non dovrebbe precludere il passaggio del terzino tedesco alla Juve, ma che obbligherà i vertici bianconeri a dedicare la massima attenzione alla pratica (che sembrava già definita) per evitare sorprese.Insomma, una complicazione, piccola però. Perché la cosa più sensata detta da Tanner è che la volontà del giocatore conta. E quella di Beck è chiara a tutti.

Fonte: Tuttosport

La Redazione di www.calciomercatonews.com