Calciomercato Milan, Pato: fuga da Allegri. Nostalgia di Ancelotti

CALCIOMERCATO MILAN PATO ALLEGRI ANCELOTTI PSG – Fino a quattordici mesi fa il rapporto tra Pato e Massimiliano Allegri era basato tutto sul dialogo e sulla stima reciproca. Nell’ultimo anno però deve essere accaduto qualcosa che sanno solo i diretti interessati visto che ieri in un’intervista pubblicata dal Corriere della Sera e Corriere dello Sport il brasiliano ha dichiarato: «Se devo migliorare dovrebbe essere Allegri a dirmi in che modo. Ogni tanto mi dà delle spiegazioni, ma un tecnico dovrebbe suggerire ai suoi calciatori come correggere i difetti. Ancelotti invece mi parlava, mi diceva che cosa dovevo fare in campo». Il malumore col tecnico toscano è evidente e tanto è bastato per scatenare una serie di reazioni. In mezzo ci sono alcune panchine mal digerite dall’attaccante ma soprattutto alcuni richiami pubblici. In tempi recenti il più forte era stato: «Pato, come altri giovani, deve imparare a mettersi in gioco, in discussione. Solo così può migliorare». Evidentemente il brasiliano non si sente più parte centrale del progetto rossonero, come era sempre stato dipinto, né un giocatore indispensabile. E così in questi casi la nostalgia prende il sopravvento ed ecco spuntare il nome di Carlo Ancelotti. A breve l’ex allenatore del Milan firmerà il contratto col Psg dove il mentore di Pato e Leonardo (uno degli artefici dell’arrivo del brasiliano a Milano) sarebbero pronti ad accoglierlo a braccia aperte. Secondi fonti francesi il club parigino sarebbe in trattative col Milan per la cessione di Pato sulla base di 50 milioni di euro. L’eventuale arrivo di Tevez potrebbe spingere ancor di più il piede sull’acceleratore visto che Pato che già si gioca la maglia da titolare ogni partita con Robinho non gradirebbe l’eventuale arrivo dell’argentino.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com