Home Mercato Calciomercato Milan, rebus terzino sinistro: da Gosens a Filipe Luis

Calciomercato Milan, rebus terzino sinistro: da Gosens a Filipe Luis

CONDIVIDI

Futuro incerto in casa Milan per i tre terzini mancini a disposizione di Gattuso. Da Gosens a Filipe Luis: si valutano le opzioni.

Robin Gosens (Getty Images)

Rebus in fascia sinistra in casa Milan. Il club rossonero, che è al momento impegnato per la conquista di un posto in Champions League, studia con attenzione le mosse di mercato, che dipenderà molto, però, dalla qualificazione nella massima competizione europea. Per la dirigenza rossonera le priorità sono investire a centrocampo e sugli esterni d’attacco, ma attenzione alla situazione in difesa.

Calciomercato Milan, chi resta tra i terzini sinistri?

Ricardo Rodriguez è il titolare della corsia difensiva mancina rossonera. Stimato da Gattuso, lo svizzero ha però fornito prestazioni altalenanti e il rendimento in questi due anni in rossonero non è stato probabilmente quello che ci si aspettava. Per questo il suo futuro non appare certo e, se Gattuso non dovesse restare, la sua avventura milanista potrebbe dirsi conclusa. Anche per Strinic e Laxalt le incognite sono parecchie. Il croato è stato frenato da gravi problemi di salute, ma ancora deve esordire in rossonero. L’uruguayano invece non ha offerto prestazioni particolarmente convincenti e in caso di un’offerta importante potrebbe partire.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Ecco dunque che allora il Milan valuta delle occasioni per la fascia. Un’idea può portare a Filipe Luis, che potrebbe lasciare l’Atletico Madrid a parametro zero, anche se non rientra nei diktat societari (investire su giovani futuribili). Più fattibile invece arrivare ad altri giocatori: da Emerson Palmieri, che al Chelsea non è una prima scelta ad uno del duo atalantino composto da Gosens e Castagne. Entrambi, soprattutto il tedesco, piacciono molto anche alla Roma. Un’altra idea potrebbe essere Wendell del Bayer Leverkusen, ma in questo caso un ostacolo sarebbe il prezzo del cartellino.

A.G.