Home News Juventus, Douglas Costa torna protagonista: come cambiano le gerarchie

Juventus, Douglas Costa torna protagonista: come cambiano le gerarchie

CONDIVIDI

La Juventus espugna Mosca grazie ad un gran gol di Douglas Costa. Come cambiano ora le gerarchie all’interno del club bianconero?

Douglas Costa Juventus (Getty Images)

La Juventus espugna Mosca grazie ad un gran gol di Douglas Costa. Come cambiano ora le gerarchie all’interno del club bianconero? Il calciatore infatti potrebbe cambiar ruolo, adeguandosi quindi al modulo di Sarri ed essendo quindi impiegato sulla trequarti. In una maniera però completamente diversa rispetto al trequartista classico, con l’ex Shakhtar Donetsk che si allargherebbe maggiormente, come visto ieri sera nella sfida contro il Lokomotiv Mosca.

Leggi anche —> Calciomercato Juventus, Bernardeschi ai margini: quale futuro?

Douglas Costa, scalate le gerarchie in bianconero

Il gol segnato ieri in Champions League ha una doppia valenza per il calciatore bianconero. Infatti da un lato garantisce la qualificazione alla Juventus permettendo ai tifosi di esultare, e dall’altra mette Sarri davanti ad un’importante interrogativo: “chi è più avanti all’interno delle gerarchie?“. In questo momento proprio Douglas Costa che verrebbe schierato dietro le due punte, Ronaldo e Higuain. In questo caso però il suo ruolo lo porterebbe ad agire più al largo rispetto invece al trequartista classico che prova ad incunearsi all’interno delle linee difensive.

Per tutte le notizie importanti della giornata CLICCA QUI!

Di conseguenza con lui che prenderebbe un posto fisso da titolare, chi andrebbe a scalare all’interno delle gerarchie è Federico Bernardeschi. L’ex Fiorentina dopo un avvio di stagione che non ha regalato sicuramente grandi emozioni, potrebbe pensare all’addio al club bianconero all’apertura della sessione estiva del mercato. L’exploit di Douglas Costa dopo l’infortunio in avvio di stagione andrebbe a rafforzare ancor di più questa ipotesi da non prendere assolutamente sotto gamba. Il brasiliano intanto si candida ad un posto da titolare già domenica contro il Milan in un partita che potrebbe definitivamente consacrarlo e prepararlo al meglio alla seconda parte di stagione che si prospetta decisiva per le sorti della Juventus in campionato e nella massima competizione europea.