Adesso può andare al Milan: il gioiello arriva a gennaio

Il Milan è pronto a fare sul serio per un talento cristallino che, poco impiegato, può già cambiare aria nel prossimo calciomercato invernale

Archiviata la gara contro il Torino, il Milan è adesso totalmente focalizzato sulla decisiva sfida di Champions League contro il Salisburgo. Almeno un punto per confermarsi e approdare agli ottavi di finale.

Soler
Stefano Pioli ©LaPresse

Ma, intanto, la dirigenza meneghina si muove già per quelle che potrebbero essere le operazioni di calciomercato in vista dell’anno nuovo.

Colpo da sogno: dal PSG al Milan a gennaio

Soler
Paolo Maldini ©LaPresse

A gennaio occhio alle occasioni che Maldini e Massara sono pronti a cogliere per rinforzare la rosa di Pioli in vista della delicata seconda parte di stagione. Occhio al gioiello che, poco preso in considerazione con il top club, può rappresentare un’occasione ghiotta per i campioni d’Italia. Arrivato nelle ultime ore dello scorso mercato estivo, Carlo Soler non ha trovato grande spazio con la maglia del PSG. La squadra di Galtier, prima a +5 sul Lens, ha vinto ieri contro il Troyes proprio grazie alla rete di Soler. Seconda rete per il gioiello spagnolo che, tuttavia, ha collezionato sì 11 presenze ma con soli 484’ in campo: un bottino abbastanza scarso e che potrebbe portarlo, nel caso il trend rimanga lo stesso da qui all’anno nuovo, a chiedere di partire.

“È vero che non ho potuto giocare molti minuti, sapevo che venendo in un club così grande sarebbe stato complicato. È stata una settimana speciale per me”. Il centrocampista, arrivato dal Valencia per 18 milioni, è reduce da due reti in sette giorni. Se Galtier dovesse continuare a preferirgli gli altri profili a disposizione, allora alla finestra rimarrebbe il Milan. Soler porterebbe grande qualità ad una mediana che già ha dimostrato di essere tra le più forti e complete in Serie A.

Soler
Carlos Soler ©LaPresse

Un’occasione golosissima per i vertici di via Aldo Rossi: il prossimo colpo per i rossoneri può essere Carlos Soler.